logo

Trattamento di ipertensione, cause e sintomi

Ipertensione arteriosa è chiamata un aumento costante della pressione sanguigna (BP) da 140/90 mm Hg. Art. e altro ancora. L'ipertensione rappresenta circa il 90% di tutti i casi di aumento cronico della pressione sanguigna. Oggi nei paesi economicamente sviluppati, il 18-35% della popolazione adulta soffre di ipertensione, cioè ha ripetuto aumenti della pressione sanguigna a 160/95 mm Hg. Art. e altro ancora. I sintomi scarsi e la mancanza di informazioni sull'ipertensione arteriosa portano ad una sottostima della gravità della malattia e rari casi di andare da un medico in uno stadio precoce della malattia, quando è ancora possibile impedire la sua inesorabile progressione. Sfortunatamente, tutto ciò porta a un trattamento inefficace: una diminuzione della pressione arteriosa si verifica solo nel 17% delle donne e in meno del 6% degli uomini. Per far fronte all'ipertensione, è necessario conoscere le cause della sua insorgenza, i sintomi e i metodi di trattamento dell'ipertensione.

motivi

Se è possibile identificare la causa esatta dell'aumento della pressione sanguigna, abbiamo un'ipertensione secondaria o sintomatica che si verifica quando:

  • malattie renali (glomerulonefrite, ipernefroma, rene policistico, nefropatia diabetica, ecc.);
  • malattie endocrine (sindrome di Cushing, sindrome ipotalamica, acromegalia, feocromocitoma, ecc.);
  • malattie cardiovascolari (difetti della struttura aortica, difetti cardiaci, blocco AV completo, ecc.);
  • malattie neurogeniche (aterosclerosi cerebrale, encefalopatia, disturbi del sistema nervoso periferico, ecc.);
  • malattie del sangue (eritremia).

Inoltre, una delle cause dell'ipertensione può essere l'assunzione di alcuni farmaci, ad esempio corticosteroidi, antidepressivi triciclici, steroidi anabolizzanti, broncodilatatori, preparazioni al litio, ecc.

sintomi

Vertigini, tinnito. Uno dei segni di violazione della piena circolazione del cervello in assenza di trattamento dell'ipertensione.

Mal di testa. Mal di testa con pressione elevata sono principalmente associati a spasmo vascolare e congestione venosa. Per l'ipertensione arteriosa, la più caratteristica è la comparsa di dolore nella parte posteriore della testa e nelle tempie con una sensazione di battitura in loro.

Doppi occhi. Di solito, la visione doppia e il danno visivo (vista frontale) sono causati dal restringimento dei vasi nervoso retinico e ottico. Con un alto livello di pressione e fragilità vascolare, può portare a emorragia nella congiuntiva e persino cecità temporanea.

Mancanza di respiro e angina Nella maggior parte dei casi, sintomi simili si verificano nei pazienti più anziani con malattia cardiaca supplementare. Con un eccesso di liquido nel corpo, il cuore diventa difficile da pompare una grande quantità, che alla fine porta alla stagnazione nei polmoni, manifestata da mancanza di respiro. Se il flusso sanguigno è disturbato nelle arterie coronarie, può verificarsi dolore al cuore.

Nausea e vomito. Nella crisi ipertensiva, la nausea e il vomito sono causati da un'elevata pressione intracranica. Caratteristica - il vomito durante una crisi spesso non porta sollievo.

Gradi di ipertensione

Grado lieve L'ipertensione lieve è caratterizzata da un aumento relativamente piccolo della pressione arteriosa sistolica fino a 140-159 mm Hg. Art. e diastolica - fino a 90-99 mm Hg. Art. Gli indicatori della pressione arteriosa sono instabili, dopo aver riposato la pressione del sangue è possibile, ma la malattia è ancora lì. Se non trattati, i pazienti con ipertensione sono preoccupati per mal di testa, disturbi del sonno, tinnito e prestazioni mentali ridotte. A volte si verificano crisi ipertensive, si verificano vertigini e sangue dal naso. In questa fase della malattia non ci sono segni di ipertrofia ventricolare sinistra, l'ECG non è quasi deviato dalla norma, ma a volte riflette lo stato di ipersimpaticotonia. Il fondo dell'occhio rimane praticamente invariato, la funzione renale non è compromessa.

Grado medio. In questo caso, la pressione sanguigna è più alta e più stabile: a riposo, la pressione sanguigna sistolica raggiunge 160-179 mm Hg. Art. e diastolica - 100-109 mm Hg. Art. In assenza di trattamento dell'ipertensione, finalizzata a ridurre la pressione sanguigna elevata, i pazienti sono preoccupati per il mal di testa, vertigini, dolore cardiaco (spesso ischemico). Questo stadio è caratterizzato da crisi ipertensive. La presenza di una lesione di organi bersaglio distingue il mezzo dal lieve: ipertrofia ventricolare sinistra, riduzione del flusso ematico renale e filtrazione glomerulare, lesioni vascolari. Da parte del CSN, sono anche osservate varie manifestazioni di insufficienza vascolare, sono possibili attacchi ischemici transitori e ictus cerebrali. Nel fondo, in assenza di trattamento di aumento della pressione, si formano essudati ed emorragie.

Grado pesante. L'ipertensione arteriosa severa è caratterizzata dal frequente insorgere di catastrofi vascolari, che è dovuto alla stabilità della pressione alta e alla progressione delle lesioni vascolari. La pressione sanguigna sistolica sale sopra 180 mm Hg. Art., Diastolica - sopra 110 mm Hg. Art. Lesioni osservate dei reni, cuore, fondo, cervello. Tuttavia, in alcuni pazienti con ipertensione di grado III, nonostante l'ipertensione sostenuta, gravi complicazioni vascolari non si sviluppano per molti anni.

Cardiologo di consultazione

Per selezionare un trattamento adeguato per l'ipertensione, è necessario consultare un cardiologo. Il medico esamina, misura il peso corporeo, l'altezza, la frequenza della respirazione e del battito cardiaco, la pressione sanguigna ed esamina il polso. Dopodiché, viene nominato lo stadio iniziale di trattamento dell'ipertensione, finalizzato all'abbassamento della pressione arteriosa: vengono stabilite la terapia dietetica e farmacologica, nonché il regime terapeutico e sanitario. Per raggiungere gli obiettivi del trattamento, sono necessari l'osservazione medica personale a lungo termine e il monitoraggio della conformità del paziente con le raccomandazioni del cardiologo. La correzione della terapia viene effettuata da un medico in base alla tollerabilità, alla sicurezza e all'efficacia dei farmaci antipertensivi.

Trattamenti per l'ipertensione

Metodi senza droghe

Alcuni pazienti che soffrono di ipertensione lieve nel periodo di formazione non possono assumere farmaci speciali che hanno lo scopo di ridurre l'ipertensione. Il principale metodo di trattamento dell'alta pressione per loro è il cambiamento dello stile di vita, che include:

  • perdita di peso normale;
  • smettere di fumare;
  • riduzione del consumo di alcol (meno di 20 grammi di alcool puro al giorno per le donne e meno di 30 g / giorno per gli uomini);
  • esercizio moderato (passeggiate regolari all'aria aperta);
  • ridotto consumo di cibi salati;
  • un aumento della dieta di alimenti vegetali ricchi di calcio, magnesio e potassio, nonché una diminuzione del consumo di grassi animali.

Metodi medicinali

La terapia farmacologica è prescritta se i metodi non farmacologici non hanno alcun effetto o il paziente ha pressione sanguigna elevata e si osservano gravi fattori di rischio (diabete mellito, ereditarietà sfavorevole, crisi ipertensive e danni agli organi bersaglio - ipertrofia ventricolare sinistra, danno renale, aterosclerosi delle arterie coronarie). Con ipertensione lieve in caso di non-efficacia dei metodi non farmacologici per 3-4 mesi, al paziente viene prescritta una terapia farmacologica finalizzata al trattamento della pressione alta. Il numero di farmaci è determinato in base al livello iniziale di pressione arteriosa e malattie correlate. Oggi vengono utilizzate due strategie per il trattamento della pressione alta:

  • Monoterapia (prendendo una droga). Solitamente prescritto all'inizio della terapia in pazienti con ipertensione di I grado e rischio moderato o basso. Secondo le attuali raccomandazioni, i diuretici tiazidici e tiazidici sono prescritti come monoterapia per il trattamento a lungo termine dell'ipertensione arteriosa in pazienti con ipertensione di I grado. Un fattore importante nella scelta di un farmaco antipertensivo è il grado di prova della sua efficacia nel ridurre il rischio di complicanze dell'ipertensione arteriosa. Considereremo i diuretici tiazidici - non solo la classe più lunga di farmaci antipertensivi, ma anche una delle classi più ricercate e studiate. L'uso e lo studio dei diuretici per molti anni ha permesso di selezionare tra loro farmaci, il cui utilizzo nei pazienti ipertesi è considerato il più appropriato, e attualmente due gruppi diuretici, tiazidici e tiazidici, sono usati per controllare la pressione arteriosa (BP). Retico. I diuretici tiazidici (clorotiazide, ipotiazide, clortalidone) furono scoperti nel 1956-1958. Questo evento è entrato nella storia come una delle scoperte chiave del 20 ° secolo. nel campo della cardiologia e negli anni '70 è stata scoperta l'indapamide diuretico simile a tiazidici, che ha un effetto ipotensivo pronunciato, ha un effetto vasodilatatore diretto. Attualmente sul mercato russo ci sono molti farmaci simili all'Aeffap indapamide originale, ma solo il singolo farmaco che soddisfa tutti i requisiti per i generici di alta qualità, questo è Indap, ha confermato l'equivalenza bio- e terapeutica a entrambe le forme del farmaco originale; ha una base di prove più ampia e più accessibile. La durata del suo utilizzo in Russia è di oltre 15 anni.
  • Terapia combinata Solitamente prescritto a pazienti con ipertensione di II e III gradi e alto o molto alto rischio di sviluppare complicazioni cardiovascolari. L'assunzione di farmaci con un diverso meccanismo d'azione, da un lato, consente di ridurre l'ipertensione e, dall'altro, di ridurre il numero di possibili effetti collaterali. La combinazione di Indap con ACE inibitori, antagonisti del recettore dell'angiotensina II (i β-bloccanti aumentano l'efficacia ipotensiva del trattamento, mentre il rischio di carenza di potassio è significativamente ridotto, e ora i farmaci diuretici sono il componente più frequentemente usato nella terapia combinata negli anziani, in pazienti con funzione ventricolare sinistra alterata, così come nella maggior parte dei pazienti che richiedono una terapia combinata per raggiungere i valori target di pressione sanguigna, tuttavia, data l'ipotesi espressa effetto nzivny e un migliore profilo di sicurezza dell'indapamide rispetto ai tiazidici, e in comprovate osservazioni cliniche è consigliabile usare Indapamide (Indap). L'esistenza di diverse classi di farmaci antipertensivi amplia significativamente la gamma delle loro possibili combinazioni e consente di scegliere un medicinale per l'ipertensione arteriosa o una combinazione efficace per ogni caso, ma solo il medico alla visita a tempo pieno del paziente determina la scelta finale del farmaco e lo schema della sua ricezione!

prevenzione

Normalizzazione del regime giornaliero. La durata del sonno dovrebbe essere di almeno 7-8 ore al giorno. Si consiglia di alzarsi e andare a letto tutti i giorni alla stessa ora. Si raccomanda di cambiare la natura del lavoro: limitare i frequenti viaggi di lavoro e il servizio notturno.

Corretta alimentazione La dieta dovrebbe essere completa e includere pesce, carni magre, cereali, frutta e verdura. Si raccomanda di ridurre l'assunzione di sale. È anche necessario ascoltare le raccomandazioni dei medici riguardo all'alcol.

Stile di vita in movimento. Nel caso di inattività fisica, il livello di attività fisica deve essere aumentato, ma allo stesso tempo non dovrebbe essere eccessivo. Nell'ipertensione, si raccomandano esercizi regolari che rafforzano il sistema nervoso e il muscolo cardiaco: camminare e nuotare.

Sollievo psicologico. Lo stress è uno dei principali fattori che provocano un aumento della pressione sanguigna, quindi i pazienti con ipertensione sono incoraggiati a padroneggiare i metodi di rilievo psicologico: meditazione, autoipnosi, auto-allenamento. È importante imparare a vedere gli aspetti positivi delle cose e lavorare sul tuo personaggio, diventando più equilibrato.

Rifiuto di cattive abitudini. I pazienti che soffrono di pressione alta dovrebbero abbandonare cattive abitudini. Un particolare pericolo per il sistema cardiovascolare è il fumo, che aumenta il rischio di ischemia. L'accettazione di 50 g di alcol provoca istantaneamente un aumento della pressione sanguigna di 5-10 mm Hg. Art.

Ipertensione: cause di ipertensione, sintomi, trattamento

I dieci principali fattori che riducono l'aspettativa di vita di una persona moderna, secondo il personale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, includono l'ipertensione. L'ipertensione è la malattia cardiaca più comune, che non è così innocua come potrebbe sembrare nelle fasi iniziali.

Spesso le statistiche sulla mortalità cardiovascolare peggiorano a causa del fatto che i pazienti sottovalutano la gravità delle conseguenze, lasciando che tutto vada al caso. Le complicazioni dell'ipertensione prendono vita più spesso della tubercolosi, dell'oncologia e dell'AIDS. Negli ultimi 30 anni, la medicina ha fatto una svolta ovvia nel trattamento dell'ipertensione. Tuttavia, è troppo presto per celebrare la vittoria finale dell'umanità su una malattia cronica comune.

Molte persone trascurano uno stile di vita sano e la prevenzione dell'ipertensione arteriosa, milioni di pazienti non ricevono un trattamento adeguato o non sono a conoscenza dell'esistenza della malattia a causa di test di scarsa qualità. Informazioni sull'ipertensione possono essere l'arma principale nella lotta contro la malattia, perché al giorno d'oggi quasi tutto è noto sull'ipertensione arteriosa.

Natura e caratteristiche della pressione sanguigna

Per capire la malattia e la necessità di ridurre la pressione nell'ipertensione, è necessario studiarla dall'interno, dopo aver considerato gli aspetti fisiologici del sistema cardiovascolare. Se tutte le navi sono riunite in una, la lunghezza totale di quest'ultima sarà superiore a 100 mila chilometri. Ogni battito cardiaco fornisce circa 70 grammi di sangue arricchito con ossigeno, che proviene dal ventricolo del corpo sotto forte pressione, nell'aorta. Se disegniamo un parallelo tra il sistema cardiovascolare e l'albero, l'aorta è il nostro tronco. La più grande arteria del corpo si ramifica in molti vasi che portano il sangue ai capillari, fornendo alle cellule nutrienti e ossigeno. Quindi il sangue ritorna attraverso la rete di vasi venosi. Per il funzionamento di questo sistema, il corpo ha bisogno di spendere un po 'di energia.

L'impatto che durante il flusso di sangue è sulle pareti dei vasi sanguigni, e vi è quindi la pressione del sangue. La forza della pressione arteriosa dipende direttamente dal lavoro del cuore, ma nella sua regolazione un ruolo importante è svolto dalle arterie più piccole - arteriole. Il valore degli indicatori influenza l'attività della persona. Ad esempio, quando il lavoro fisico è fatto, i muscoli hanno bisogno di grandi quantità di sangue per fornire loro ossigeno, che provoca un aumento della pressione sanguigna. Ma mentre guarda la TV sul divano scompare la necessità di un lavoro veloce del cuore.

Con un brusco cambiamento di posizione nello spazio, il corpo risponde con un aumento della pressione sanguigna, in quanto cerca di fornire al cervello una fornitura stabile di ossigeno. Di conseguenza, i vasi sanguigni della cavità addominale e degli arti inferiori sono compressi, e quindi il battito del cuore diventa più frequente. A volte c'è un ritardo in tale risposta, che causa debolezza e vertigini. Questo è più spesso registrato negli anziani. Ciò risulta dal fatto che i loro riflessi vascolari sono rallentati. Quando una persona è in posizione eretta per un periodo più lungo, il sangue si accumula nelle vene degli arti inferiori, causando torbidità alla testa, poiché le cellule cerebrali mancano di ossigeno.

Le percentuali più basse si osservano in quei momenti in cui una persona dorme, ma durante lo stress, lo spavento e l'irritazione, aumenta in modo significativo. Il fatto è che le ghiandole surrenali in tali situazioni stimolano la produzione dell'ormone dello stress, che accelera il battito cardiaco, causando un aumento della pressione. Nei bambini, la pressione sanguigna normale è 70/50, e negli adulti è 120/80.

Cause di ipertensione

In 9 casi su 10 di ipertensione, gli specialisti non riescono a identificare la vera causa della malattia. In questo ordine, è possibile ascoltare dal medico l'ipertensione primaria (ipertensione arteriosa essenziale). Si ritiene che le cause provocatorie di quest'ultimo si concludano nel riassorbimento del sale nei reni, nello squilibrio ormonale e nella presenza di sostanze vasocostrittrici, che possono essere dovute a fattori genetici e di vita. Il restante 10% del numero totale di pazienti è affetto da ipertensione, che si manifesta come un effetto collaterale dei farmaci utilizzati o il risultato di un'altra malattia.

Le cause più comuni di ipertensione secondaria includono:

  • Malattia renale;
  • Tumore surrenale;
  • Ipertensione renovascolare;
  • feocromocitoma;
  • Aumento della pressione durante la gravidanza;
  • Effetto collaterale delle droghe.

Circa il 4% dei casi di alta pressione sanguigna sono causati da malattie renali. Tali malattie interrompono il metabolismo del sale dell'acqua nel corpo, che porta ad un aumento dei volumi di liquidi. Ciò provoca un carico aggiuntivo sul cuore e un aumento della pressione. Influisce sulla pressione arteriosa e sull'enzima renina prodotto dai reni. Svolge un ruolo chiave nella regolazione della pressione sanguigna.

Con i tumori surrenali si verifica un aumento della concentrazione dell'ormone aldosterone, che regola l'equilibrio del corpo e dell'acqua. Come risultato della rottura del suo lavoro, la pressione sanguigna aumenta, poiché l'acqua e i sali iniziano ad essere meno frequentemente escreti. Questo tipo di ipertensione è più spesso diagnosticato nelle giovani donne. I pazienti spesso hanno sete intensa.

Se si verifica un restringimento di una delle arterie renali, che si dirama dall'aorta addominale, i reni iniziano a ricevere meno ossigeno, quindi aumenta la concentrazione di renina. Questo enzima attraverso reazioni biochimiche si trasforma in un potente vasocostrittore dell'angiotensina. La renina contribuisce anche ad un aumento dell'ormone aldosterone, che è stato menzionato prima. Questi fattori innescano un aumento della pressione sanguigna. L'ipertensione renovascolare è più comune nei bambini, negli anziani e nei fumatori. La malattia in questione ricade solo nell'1-2% dei casi dal numero totale di malattie croniche.

Il feocromocitoma del tumore surrenale provoca un aumento di adrenalina nel corpo, che produce il pancreas. Questo ormone aiuta il corpo umano a fornire una risposta adeguata a varie situazioni stressanti. Tuttavia, il suo aspetto è accompagnato dal trasferimento di sangue ai muscoli degli arti inferiori, un aumento della frequenza cardiaca e un aumento della pressione. Con feocromocitoma, il paziente presenta frequenti febbre e tremori.

Un aumento della pressione durante la gravidanza può essere osservato nelle donne negli ultimi tre mesi di una situazione interessante. Questo tipo di ipertensione fa parte della tossicosi. Durante la gravidanza, la pressione sanguigna è in qualche modo ridotta. Normalmente, è compreso nell'intervallo 90-100 / 70-75. La terapia è prescritta nei casi in cui i tassi salgono a un livello di 135-140 / 85-90 e superiore.

Nella maggior parte dei casi, l'ipertensione arteriosa si verifica in 35-50 anni. Recentemente, tuttavia, è diventato attivamente diagnosticato nelle nuove generazioni. Lo sviluppo di una malattia cronica è innescato dai seguenti fattori di rischio:

  • Eccessiva assunzione di sale;
  • Dieta sbagliata a causa dell'insufficiente assunzione del corpo di potassio;
  • Mancanza di attività fisica;
  • Predisposizione ereditaria;
  • Eccessiva esposizione allo stress;
  • Malattia renale;
  • Difetti cardiaci congeniti;
  • Elevati livelli di adrenalina al sangue;
  • Consumo di alcol;
  • il fumo;
  • Genere (la maggior parte degli uomini soffre di ipertensione);
  • Età (le pareti vascolari con il tempo si rivelano più rigide, il che aumenta la resistenza al flusso sanguigno);
  • Uso regolare di farmaci vasocostrittori;
  • Tossicosi tardive in gravidanza

Non dimenticare che alcuni farmaci provocano un aumento della pressione sanguigna. Ad esempio, i pazienti ipertesi dovrebbero prestare attenzione ad alcuni farmaci antipiretici, farmaci con acido glicerico, cortisone e altri steroidi.

Sintomi di ipertensione

L'ipertensione è spesso chiamata "killer silenzioso", poiché l'effetto di questa malattia sulla salute del paziente si manifesta solo nelle fasi successive. Nonostante il fatto che una persona con ipertensione possa sentirsi normale fino all'inizio di un ictus o infarto, ogni giorno l'ipertensione ha un effetto negativo su quasi tutti gli organi.

Se inizi la malattia, si svilupperà in complicazioni:

  • Attacco di cuore;
  • ictus;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Insufficienza renale;
  • Danno visivo.

Violazione delle arterie. L'aumento della pressione sanguigna contribuisce al gonfiore dei vasi sanguigni e alla maggiore suscettibilità all'accumulo di elementi grassi sulle pareti. Lo sviluppo di aterosclerosi è accompagnato da angina e restringimento del lume delle arterie. Se i vasi degli arti inferiori iniziano a soffrire per primi, allora la persona si trova di fronte a rigidità e dolore mentre cammina.

La trombosi è una forma di complicazione osservata nelle arterie, modificata dall'ipertensione. Un trombo situato nell'arteria carotidea può portare ad un ictus, e un trombo nell'arteria coronale può causare un infarto.

Con l'aneurisma, un'altra complicanza pericolosa, si verifica la protrusione delle pareti delle arterie, come il rigonfiamento del punto più sottile in un pallone. Se la malattia non viene curata, allora l'aneurisma può rompersi, provocando emorragie interne e ictus.

L'alta pressione ha anche un effetto distruttivo sulle piccole arterie, il cui strato muscolare può ispessirsi, comprimendo così la nave. Ciò impedisce il normale flusso sanguigno. Tali processi influenzano negativamente il lavoro dei reni. E con l'emorragia e l'ispessimento delle pareti dei vasi intraoculari, la vista si deteriora, in alcuni casi una persona può completamente perderla.

Interruzione del cuore L'organo bersaglio principale durante l'ipertensione prolungata è il cuore. Con l'alta pressione, il muscolo cardiaco lavora in una modalità avanzata per garantire un adeguato apporto di ossigeno alle cellule e ai tessuti del corpo. Ciò porta ad un aumento delle dimensioni dell'organo bersaglio. Nelle prime fasi dell'ipertensione, un tale cuore pompa il sangue in modo più efficiente, ma col passare del tempo, il muscolo cardiaco diventa debole e rigido, e quindi non può affrontare la saturazione del corpo con l'ossigeno.

Interruzione del cervello Quando il corpo sente una mancanza di volume del sangue che va al cervello, vengono attivati ​​meccanismi compensatori. Questi ultimi determinano un aumento della pressione sanguigna e il trasferimento di sangue da altri organi riducendo i vasi sanguigni delle gambe e dell'addome. Questi processi aumentano immediatamente la frequenza cardiaca.

Nell'ipertensione, il cervello che fornisce ossigeno al cervello può essere ridotto a causa dell'accumulo di sostanze simili a grassi, che aumenta notevolmente il rischio di ictus. Un processo simile è osservato con aneurismi.

Con i microstrati si verifica un blocco a breve termine delle arterie del cervello, che porta a seconde o persino a minuscole interruzioni nella fornitura di ossigeno alle parti dell'organo. Tali eventi in futuro possono portare a un ictus completo, quindi richiedono una consulenza immediata da parte di esperti. Micro-ictus ripetitivi contribuiscono all'indebolimento delle funzioni cerebrali. Di conseguenza, una persona rischia di acquisire la sindrome acquisita di declino cognitivo persistente (demenza).

Funzione renale compromessa. Ogni giorno, questi corpi, costituiti da milioni di piccoli filtri chiamati nefroni, attraversano millecinquecento litri di sangue, il che rende possibile separare i rifiuti e le scorie e quindi rimuoverli dal corpo con le urine. Le sostanze utili entrano nel flusso sanguigno. Quando la pressione sanguigna aumenta, i reni iniziano a funzionare in una modalità avanzata, che influisce sulla riduzione della capacità di filtraggio. E il danneggiamento delle navi all'interno dei nefroni riduce la percentuale di sangue filtrato. Di conseguenza, i rifiuti possono tornare nel flusso sanguigno e le proteine ​​possono entrare nelle urine. Questo processo porta a uremia e insufficienza renale, che richiede la pulizia del sangue a intervalli regolari.

Violazione della funzione visiva. Nella parte inferiore del bulbo oculare ci sono molti piccoli vasi sanguigni, particolarmente sensibili alla crescita della pressione. Se si ignora il trattamento dell'ipertensione, il paziente può iniziare la degenerazione della retina causata dall'accumulo di colesterolo nei vasi sanguigni, da punti o da scarsa disponibilità di sangue. La retinopatia è più comune nei pazienti con diabete.

Diagnosi di ipertensione

Di solito, una diagnosi di ipertensione arteriosa non viene effettuata dopo una singola misurazione della pressione, senza contare i casi quando è superiore a 170-180 / 105-110. Durante un certo periodo, tenendo conto delle circostanze, viene eseguita una serie di misurazioni per confermare la presenza della malattia. La pressione può salire dallo stress, una sigaretta affumicata o una tazza di caffè. Accade spesso che in uno studio medico gli indicatori di pressione sanguigna siano più alti di quanto non siano in realtà. Stiamo parlando dell'effetto chiamato "ipertensione del camice bianco", che è causato dalla paura del medico o della malattia.

Con 140/90, la misurazione ripetuta della pressione arteriosa viene eseguita in un anno. Se il tonometro ha mostrato un valore di 140-160 / 90-100, il prossimo viaggio presso uno specialista dovrebbe essere effettuato dopo un breve periodo di tempo, il che confermerà la diagnosi. Alti tassi di pressione diastolica (pressione minima nelle arterie, che riflette la resistenza dei vasi periferici) a 110-115 mm Hg. Art. Parliamo della necessità di effetti terapeutici.

Le persone in età avanzata hanno maggiori probabilità di confrontarsi con "ipertensione sistolica isolata". In questo caso, la pressione sistolica (un indicatore della forza della pressione sanguigna sulla parete del vaso al momento della sistole, la contrazione massima del cuore) non supera 140 mm Hg. Art. E diastolica è inferiore a 90 mm Hg. Art. Questa malattia aumenta significativamente il rischio di insufficienza cardiaca e ictus. Se un paziente ha la pressione alta, gli specialisti di solito analizzano i cambiamenti sulla parte degli organi.

Pressione sanguigna: la norma per età nella tabella:

Più vecchio è il bambino, maggiore è la sua normale pressione sanguigna. Nei bambini, dipende dalle condizioni di lavoro del cuore, dallo stato del sistema nervoso, dal tono vascolare, dall'assenza (o dalla presenza) di malformazioni. Pressione sanguigna normale nei neonati: da 80 a 50 mm Hg. Art.

Norma della pressione sanguigna per età nei bambini nella tabella:

L'unico organo i cui vasi sanguigni possono essere chiaramente visti sono gli occhi. Il medico, usando un flusso luminoso di luce, esamina il fondo dell'occhio. In questo caso, lo specialista deve "armare" con un oftalmoscopio. Con l'aiuto di questo dispositivo, è possibile notare l'espansione o la contrazione dei vasi sanguigni e le più piccole emorragie. Quest'ultimo segnale alta pressione sanguigna.

La diagnosi di ipertensione deve essere accompagnata da una valutazione dell'attività cardiaca. La dimensione del cuore viene misurata con il metodo della palpazione e, con l'aiuto di uno stetoscopio, si possono rilevare rumori insoliti nel ritmo cardiaco. L'elettrocardiogramma consente di esplorare l'attività elettrica e le dimensioni del corpo.

Trattamento dell'ipertensione

Negli ultimi 65 anni, c'è stato un boom nel mondo nella sintesi e produzione di farmaci antipertensivi. Prima della rivoluzione farmaceutica, l'ipertensione veniva curata con una dieta priva di sale, con fenobarbital (riduzione dello stress) e con un intervento chirurgico. A causa dell'effettiva terapia farmacologica della malattia, si osserva una significativa riduzione della mortalità dei pazienti con diagnosi di ipertensione arteriosa.

Quasi tutte le droghe hanno effetti collaterali indesiderati e il farmaco ideale semplicemente non esiste. La varietà di gruppi di farmaci consente di scegliere la terapia più ottimale per ogni caso. In questo caso, lo specialista deve familiarizzare il paziente con i rischi di effetti collaterali.

Farmaci per il trattamento dell'ipertensione

I beta-bloccanti sono comparsi negli anni '60 per il trattamento dell'angina pectoris. Questi farmaci possono ridurre la pressione sanguigna a causa dell'impatto dei componenti sul sistema nervoso. Il loro compito principale è quello di bloccare l'effetto dei recettori beta-nervosi sul sistema cardiovascolare. Ciò consente di ottenere una riduzione della quantità di sangue emessa dal cuore, una diminuzione della frequenza cardiaca e l'effetto di alcuni ormoni. Tuttavia, i beta-locatori non sono raccomandati per i pazienti con disturbi circolatori negli arti, in quanto sono in grado di costringere i vasi periferici. Non è necessario sottoporsi a terapia sulla base dei farmaci in questione in pazienti con insufficienza cardiaca e asmatici.

I diuretici hanno un effetto diuretico, che aiuta ad aumentare l'escrezione di fluidi e sali corporei. Questo effetto consente di rilassare i vasi sanguigni e ridurre la pressione sanguigna. I diuretici sono considerati i farmaci più antichi con effetti antipertensivi, dal momento che sono stati fatti negli anni '50. Per oltre mezzo secolo di storia i farmaci diuretici si sono dimostrati nella lotta contro l'ipertensione, quindi sono coinvolti nella terapia farmacologica fino ad oggi. I diuretici sono spesso usati in combinazione con altri farmaci.

I bloccanti dei canali del calcio impediscono al macrocello di fluire nelle cellule muscolari, evitando così una contrazione aggiuntiva del tessuto. In assenza di calcio, i muscoli non si contraggono sufficientemente, permettendo così alle pareti dei vasi sanguigni di rilassarsi, facilitare il flusso sanguigno e ridurre la pressione. L'efficacia dell'uso di calcio antagonisti in monoterapia si ottiene in ogni terzo paziente. Sono anche usati in combinazione con altri medicinali.

Gli alfa-bloccanti influenzano il sistema nervoso, tuttavia, rispetto ai beta-bloccanti, questo è ottenuto attraverso altri recettori. Questi ultimi sono responsabili della riduzione delle arteriole. L'azione del farmaco è mirata a rilassare i vasi sanguigni e ridurre la pressione. A causa della bassa efficacia, alfa bloccanti sono prescritti in terapia di combinazione. L'effetto collaterale principale di questo gruppo di farmaci antipertensivi è l'ipotensione ortostatica, che è una rapida diminuzione della pressione quando una persona assume una posizione verticale.

I bloccanti del recettore dell'angiotensina II sono considerati il ​​gruppo più moderno di farmaci antipertensivi e contengono un potente vasocostrittore. La sintesi dell'angiotensina II si verifica quando esposta all'enzima renale. Sotto l'azione dei farmaci stimola la produzione del principale ormone minerale corticosteroide corteccia surrenale aldosterone. I bloccanti del recettore dell'angiotensina II facilitano la rimozione dell'acqua in eccesso dal corpo e aiutano ad evitare la vasocostrizione, che riduce la pressione. I farmaci di questo gruppo non hanno praticamente effetti collaterali e sono ben tollerati.

I farmaci ad azione centrale sono il gruppo più interessante di farmaci antipertensivi. Il fatto è che gli agonisti dei recettori dell'imidazolina creano una connessione con le cellule nervose, mentre regolano l'attività del sistema nervoso simpatico, i cui nodi si trovano ad una distanza considerevole dagli organi innervati. Questo effetto consente di ridurre il numero di segnali vasocostrittori ed eliminare il vasospasmo, che porta alla normalizzazione della pressione arteriosa. Gli agonisti del recettore dell'imidazolina sono spesso usati nelle forme lievi e moderate di ipertensione. I preparativi dell'azione centrale sono ben tollerati. Sono usati nella terapia combinata.

Gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina ACE rendono possibile rallentare il processo di conversione dell'angiotensina I nel vasocostrittore vasocostrittore dell'angiotensina II interna e ridurre l'effetto sui vasi del sistema nervoso simpatico. Un tale blocco aiuta a limitare il rilascio di calcio. Il risultato è una reazione vasocostrittiva delle cellule muscolari lisce vascolari. Gli ACE inibitori sono più spesso prescritti a pazienti con ipertensione arteriosa con insufficienza cardiaca congestizia o malattia renale.

Trattamento di rimedi popolari di ipertensione

Un considerevole interesse nei pazienti è causato dal trattamento dell'ipertensione da parte dei rimedi popolari, poiché tale terapia è accompagnata da un minor numero di effetti collaterali rispetto ai farmaci. Informazioni su come ridurre la pressione in casa rapidamente senza pillole, è uno dei più popolari. Con una corretta fitoterapia, il paziente può non solo normalizzare la pressione sanguigna, ma anche saziare il suo corpo con sostanze benefiche, compresa la produzione volatile, vitamine, acidi organici, macro e micronutrienti.

Se l'ipertensione arteriosa è stata diagnosticata nella fase iniziale, la medicina alternativa per l'ipertensione ridurrà la pressione sanguigna al livello richiesto.

La composizione delle cariche di erbe per ridurre la pressione, di regola, include le piante con un effetto diuretico, antispasmodico e sedativo.

A causa dell'elevata concentrazione di sostanze biologicamente attive e di importanti composti chimici, si ottengono effetti terapeutici sul corpo umano. Una tale cura casalinga per la pressione nelle prime fasi dell'ipertensione può dimostrare un buon effetto. Questi metodi di affrontare la malattia cronica risponderanno alla domanda su come ridurre rapidamente la pressione in casa. In caso di abbandono dell'ipertensione, l'uso dei metodi tradizionali di trattamento dell'ipertensione arteriosa è migliore insieme alla terapia farmacologica.

Come ridurre la pressione e proteggersi dall'ipertensione

Per mantenere la pressione entro il range normale, è necessario monitorare la dieta, eliminando il cibo molto salato da esso. Gli esperti consigliano di abbandonare l'uso di prodotti semilavorati, cibo in scatola, fast food e di interrompere la salatura del cibo. È necessario ridurre l'assunzione giornaliera di sale a 2-3 grammi. Riducendo gli alimenti che aumentano la pressione nella dieta (carne rossa, caviale, fegato, burro, formaggio, ecc.), Con una soluzione completa al problema, si possono evitare gravi complicazioni.

Per dare la preferenza non sono cibi molto grassi. Secondo le osservazioni, il livello di colesterolo nel sangue può ridurre la dieta a basso contenuto di grassi, che riduce il rischio di malattia vascolare coronarica.

È necessario concentrarsi sul mangiare cibi ricchi di potassio, le cui fonti sono verdure e frutta. Al giorno si consiglia di mangiare da cinque porzioni di insalata di frutta o verdura.

L'eccesso di peso contribuisce allo sviluppo dell'ipertensione. Dopo essere caduto da 3 a 5 chilogrammi, il paziente sarà in grado di influenzare gli indicatori della pressione sanguigna e controllarlo meglio in futuro. Quando il peso è ridotto, i livelli di trigliceridi, colesterolo e zucchero nel sangue diminuiscono. Si ritiene che la normalizzazione del peso sia il metodo più efficace per il controllo della pressione arteriosa.

Le persone che preferiscono l'alcol con ipertensione aumentano di peso, rendendo difficile monitorare la pressione sanguigna. È necessario rifiutare o limitare l'uso di bevande forti. Si consiglia alle donne di bere non più di 30 ml di liquore, 120 ml di vino o 350 ml di birra al giorno. Per gli uomini, questa cifra è il doppio.

È importante superare la dipendenza da nicotina. Fumare, sebbene non causi ipertensione, aumenta il rischio di malattia coronarica.

Non dimenticare di caricare, perché un regolare esercizio all'aria aperta (corsa, camminata, ciclismo) può prevenire un aumento della pressione sanguigna. L'attività vigorosa riduce l'effetto dello stress sul corpo e sul peso. La ricarica dovrebbe essere effettuata a giorni alterni e la sua durata dovrebbe essere di 30-60 minuti.

È importante ascoltare le raccomandazioni del medico curante. Il farmaco antipertensivo prescritto deve essere assunto rigorosamente, come raccomandato da uno specialista. Circa gli effetti indesiderati e le reazioni avverse, è necessario informare il medico, e prima di interrompere il farmaco dovrebbe consultare.

Visite regolari alle istituzioni mediche avranno l'effetto desiderato e mantengono il risultato al livello richiesto. Non ci sono segni specifici per i quali si possa prestare attenzione all'aumento della pressione, sfortunatamente no. Pertanto, si raccomanda di visitare un medico almeno una volta all'anno e misurare la pressione sanguigna, che consentirà di monitorare l'efficacia della terapia e delle condizioni generali.

L'implementazione di tutte le raccomandazioni sopra riportate contribuirà a mantenere la pressione sanguigna normale. Di conseguenza, in uno dei momenti non è necessario cercare urgentemente le informazioni nei motori di ricerca quando viene chiesto come ridurre rapidamente la pressione. La prevenzione dell'ipertensione darà un contributo significativo al futuro, perché non sempre la salute può essere completamente ripristinata. Pertanto, non sarà mai superfluo ascoltarti per un minuto al fine di evitare conseguenze negative che potrebbero cadere sulla tua testa a causa della negligenza della tua salute.

Metodi per trattare l'ipertensione e il trattamento dell'ipertensione

La diagnosi di ipertensione arteriosa viene effettuata nei casi in cui durante gli esami medici si registra un aumento della pressione a 140/90 mm Hg o superiore.

Per fare una diagnosi, devono essere soddisfatte le seguenti condizioni! Gli esami del paziente da un medico dovrebbero essere almeno due. Ad ogni ricezione, la pressione viene misurata almeno due volte.

Di tutte le malattie cardiovascolari, l'ipertensione è considerata la più comune. L'aumento della pressione sanguigna è spesso accompagnato da un deterioramento della memoria e delle prestazioni, irritabilità, mal di testa e vertigini. Tutti questi problemi sono incostanti.

La maggior parte delle persone prende questi sintomi per la normale stanchezza e non si rivolge a un medico generico. Nel frattempo, la malattia sta progredendo. Col passare del tempo, gli sbalzi d'umore e il mal di testa appaiono più spesso, le prestazioni e la memoria sono notevolmente deteriorate.

Ipertensione in stadio

L'ipertensione arteriosa si sviluppa gradualmente e ha diverse fasi:

  1. La fase I, o luce, viene diagnosticata se si verifica un aumento della pressione a un livello compreso tra 140/90 e 160/99 mm Hg. In questa fase, la pressione di solito ritorna normale durante il riposo. Sintomi associati - mal di testa, tinnito, insonnia, riduzione delle prestazioni. A volte ci possono essere vertigini e sangue dal naso.
  2. Stadio II, o mezzo, è caratterizzato da un costante aumento della pressione arteriosa ad un livello da 160/100 a 180/109 mm Hg. Vertigini e mal di testa hanno più probabilità di essere sentiti. Ci sono dolori nel cuore.
  3. Lo stadio III, o grave, si manifesta con un aumento del livello di pressione sanguigna superiore a 180/110 mm Hg, anche a riposo, che è accompagnato da crisi ipertensive.

Il grado di ipertensione è definito da due termini:

  • Ipertensione essenziale, o primaria, è una forma cronica della malattia. Si verifica nell'80% dei casi in pazienti con pressione alta. Spesso il suo livello è l'unico segno di malattia.
  • L'ipertensione secondaria, o sintomatica, è una forma della malattia in cui la causa del suo sviluppo è la patologia delle navi o degli organi interni.

L'ipertensione si sviluppa più spesso nelle persone che vivono in paesi altamente sviluppati dove il livello di stress psico-emotivo è troppo alto.

I residenti di grandi città sono più inclini a stress e depressione. Gli esperti ritengono che il sistema nervoso centrale giochi un ruolo importante nello sviluppo di questa malattia.

Sintomi di ipertensione arteriosa

Una persona a lungo non può nemmeno sospettare che la sua pressione sanguigna aumenti periodicamente.

La maggior parte dei pazienti cerca aiuto da specialisti con denunce di affaticamento grave, disturbi della memoria, frequenti mal di testa e vertigini, insonnia. E solo presso l'ufficio del medico, risulta che tutti questi sintomi sono la prova dello sviluppo dell'ipertensione.

Motivi per la ricerca di cure mediche:

  • mal di testa lancinanti accompagnati da scurimento degli occhi, arrossamento del viso e del collo;
  • disturbi del cuore e disturbi del ritmo cardiaco periodici;
  • vertigini;
  • visione offuscata con l'effetto di mosche lampeggianti o punti davanti agli occhi;
  • tremore di tutto il corpo, come con i brividi;
  • sudorazione eccessiva.

Di norma, uno o più sintomi nell'elenco indicano un aumento della pressione sanguigna.

Fattori di rischio per lo sviluppo della patologia

La causa dell'ipertensione può essere vari fattori. Più spesso - è eredità. Lo stress emotivo costante è anche una delle cause più frequenti della malattia.

I seguenti fattori contribuiscono all'aumento della pressione sanguigna:

  • scarsa ereditarietà;
  • stress costante;
  • l'obesità;
  • colesterolo elevato;
  • alcol e fumo;
  • malattie del sistema nervoso, della tiroide e dell'ipotalamo;
  • stile di vita sedentario;
  • malattie renali;
  • fame di ossigeno;
  • assunzione eccessiva di sale;
  • la menopausa;
  • soggiorno costante nella zona di rumore.

Trattamento tradizionale dell'ipertensione

Per stabilizzare la pressione sanguigna, si raccomanda ai pazienti di cambiare stile di vita e dieta. Si consiglia di dirigere tutti gli sforzi per perdere peso ed evitare cattive abitudini.

Il menu dieta suggerisce una diminuzione della quantità di sale nella dieta.

Suggerimenti per cambiare i modelli di lavoro:

  • lavorare in un turno;
  • l'esclusione del servizio notturno;
  • migliorare le condizioni di lavoro;
  • l'assegnazione del tempo per il riposo e il sonno adeguato;
  • aumento dell'attività motoria.

Quando si effettua una diagnosi di "ipertensione arteriosa", a tutti i pazienti vengono prescritti farmaci antipertensivi.

Il medico ti avverte che se abbassi la pressione del sangue, il tuo benessere generale a volte può peggiorare. Pertanto, il medico seleziona il livello di pressione sanguigna target e il tasso di declino, tenendo conto di vari fattori. Ad esempio, l'età del paziente, la presenza o l'assenza di patologie vascolari, la durata della malattia.

Raccomandazioni cliniche per il trattamento dell'ipertensione arteriosa

  • perdita di peso;
  • dieta a basso contenuto di grassi con basso contenuto di grassi di origine animale;
  • controllo sull'uso del sale (non più di 5 g al giorno), esclusione dalla dieta di sottaceti, carne affumicata, salsicce e pesce salato;
  • arricchimento della dieta con cibi ricchi di potassio e magnesio (legumi, frutta secca, patate al forno, rosa selvatica, noci, farina d'avena, grano, grano saraceno);
  • restrizione dell'uso di bevande alcoliche con un completo abbandono della birra e del vino rosso (in termini di alcol, il tasso per gli uomini è di 30 g al giorno, per le donne - 15 g);
  • smettere di fumare;
  • esercizio moderato senza ritardi di sforzo e respirazione;
  • apprendere tecniche alternative di gestione dello stress;
  • l'uso di farmaci psicotropi sedativi;
  • sonno sano
  • ACE inibitori;
  • diuretici;
  • ß-bloccanti;
  • antagonisti del calcio.

Se l'effetto del farmaco è inefficace, viene prescritto un altro farmaco da un altro gruppo.

Per migliorare l'effetto antipertensivo, il medico può prescrivere tre farmaci di gruppi diversi contemporaneamente.

Farmaci efficaci e pillole per l'ipertensione

Nei pazienti giovani, la pressione è facilmente normalizzata nel caso in cui non vi siano complicazioni vascolari. Nelle persone anziane, è portato a un livello pericoloso. Con l'uso di droghe spesso osservato ritiro, accompagnato da crisi ipertensive. Pertanto, è necessaria una terapia continua con farmaci antipertensivi per lungo tempo.

Tabella: farmaci efficaci per abbassare la pressione sanguigna

Quando la pressione sale a un livello critico (crisi ipertensiva), vengono utilizzati i seguenti agenti: Aminazina, Lasix, Rausedil, Dibazol, Capoten, Pentamina, Magnesio Solfato, Dopegit.

Trattamento di rimedi popolari di ipertensione

I metodi di trattamento non tradizionali sono nell'arsenale di ciascun iperteso. La medicina tradizionale aiuta a ridurre gradualmente la pressione ea mantenerla a lungo al livello della norma. Il trattamento primario con questi agenti non può essere sostituito. Tuttavia, aiutano a mantenere il benessere.

Nella medicina popolare, proprietà curative ampiamente utilizzate:

  • Miele e i suoi prodotti. Nelle ricette per migliorare l'effetto terapeutico è combinato con erbe, succhi di verdura e frutti di bosco. Infusi di rosa canina, viburno, cenere di montagna, uva passa, prugne secche, albicocche secche, biancospino bevono con miele per ridurre la pressione.
  • Kalina. Per migliorare le prestazioni del cuore, le bacche vengono mangiate direttamente con le ossa. Per ridurre la pressione sanguigna, puoi preparare la cosiddetta "bevanda rubino". Le bacche, insieme alle ossa, sono prodotte in un thermos e bevute con zucchero o miele.
  • Rowan rosso e nero. 1 kg di sorbo rosso viene macinato con 700 g di zucchero. Mangiano una deliziosa miscela curativa due volte al giorno, circa 100 g ciascuno, uno sciroppo da 1 kg di cenere nera e 600 g di zucchero viene bevuto tre volte al giorno, 1 cucchiaio.

Ricette per abbassare la pressione sanguigna:

  1. Succo di barbabietola rosso appena spremuto mescolato in rapporto 1: 1 con il miele. Prendi fino a 5 volte al giorno per un paio di cucchiai.
  2. Succo di mirtillo mescolato con miele in un rapporto 1: 1 e prendere tre volte al giorno in un cucchiaio 20 minuti prima dei pasti.
  3. Frutto di viburno tritato del peso di 100 g mescolato con la stessa quantità di miele di grano saraceno e portare ad ebollizione. La miscela raffreddata viene presa tre volte al giorno in un cucchiaio.
  4. Preparare una tintura di tre giorni con 200 g di succo di carota, 200 g di succo di barbabietola, 200 g di miele, 100 g di mirtilli rossi, 100 ml di alcool. Bevilo tre volte al giorno su un cucchiaio.
  5. A stomaco vuoto bevi un bicchiere di 1 bicchiere di acqua minerale, un cucchiaio di miele e succo di mezzo limone. Il corso del trattamento è da 7 a 10 giorni.
  6. 100 g di bacche di biancospino prive di semi e alla sera versare 2 tazze di acqua fredda. Al mattino, fai bollire il composto e scolati. Bevi questa bevanda ha bisogno di un mese.
  7. Un paio di bicchieri al giorno di decotto di bucce di patate allevia efficacemente la pressione.

Molti hanno notato che durante il digiuno, la pressione si normalizza quando la quantità di cibi grassi, carnosi, dolci è limitata nella dieta.

Prevenzione della patologia

Il rispetto di semplici regole contribuirà a mantenere la pressione nella norma:

  • Ridurre la quantità di sale nella dieta. Questo integratore alimentare aumenta il livello di pressione nelle persone che soffrono di diabete, mantiene l'acqua nel corpo, che provoca la vasocostrizione.
  • Restrizione nella dieta di grassi animali e cibi ricchi di colesterolo. Si tratta di carne grassa, strutto, caviale, maionese, uova, muffin, margarina, gelato, pasticceria. Il burro può essere sostituito da verdura, e invece di carne grassa e lardo c'è pesce.
  • Rifiuto di prodotti che possono eccitare il sistema nervoso. Questi includono bevande contenenti caffeina: tè e caffè, Coca-Cola e Pepsi-Cola.
  • Aumento della dieta di cibi con un alto contenuto di magnesio e potassio. Queste sostanze rinforzano il muscolo cardiaco e riducono gli spasmi vascolari. Il potassio si trova negli agrumi, patate, pane di segale, legumi, frutta secca, ravanelli, cavoli, banane, ribes nero, aglio, asparagi, prezzemolo, cipolle, carote, cetrioli. C'è molto magnesio in grano saraceno, farina d'avena, miglio, barbabietola, cioccolato, noci. Va ricordato che il calcio, che si trova in grandi quantità nel latte, riduce l'assorbimento di potassio e magnesio.
  • L'aumento della dieta di alimenti ricchi di vitamina C. Questa vitamina si trova in grandi quantità in verdure crude, frutta e bacche. Durante il trattamento termico, collassa rapidamente. Il record per il contenuto di vitamina C - ribes nero, agrumi, rosa selvatica, olivello spinoso.

È importante capire che il trattamento dell'ipertensione nelle prime fasi richiede uno sforzo minimo. Gli stadi severi sono difficili da trattare e causano un ictus o un infarto.

Principi di rapido trattamento e prevenzione

In primo luogo, l'ipertensione arteriosa deve essere trattata costantemente e praticamente per tutta la vita. Questa malattia non si applica al temporaneo, che è sufficiente per curare per qualche tempo e dimenticare i farmaci. Anche dopo aver raggiunto i valori desiderati di pressione, la terapia non viene abbandonata. Se durante questo periodo smettere di prendere droghe, può aumentare ancora.

In secondo luogo, una combinazione di diversi farmaci è più spesso utilizzata per il trattamento. Più spesso, i medici prescrivono una combinazione di 2-3 farmaci che devono essere assunti in piccole dosi. Di regola, un tale regime di trattamento è migliore rispetto all'utilizzo di un solo farmaco, ma al dosaggio massimo.

Quando vengono assunti diversi farmaci, vi è un'influenza sui vari meccanismi di sviluppo dell'ipertensione, che è una malattia multifattoriale. In questo caso, ci sono farmaci prescritti sotto forma di combinazioni fisse.

I medicinali usati per trattare l'ipertensione non possono essere "agganciati". Non creano dipendenza. Pertanto, non aver paura dell'uso a lungo termine di farmaci prescritti, per paura che il corpo si abitui a loro e smetteranno di funzionare. Ma è importante osservare la dose prescritta dal medico per evitare effetti collaterali da farmaci.

Non approfondire autonomamente le annotazioni sui farmaci. Il medico nella nomina del trattamento è guidato dalle controindicazioni disponibili e dagli effetti collaterali di un farmaco. Inoltre, molti degli effetti collaterali indicati nell'annotazione sono relativamente rari. Gli esperti raccomandano più probabilmente di avere paura dei farmaci che non hanno effetti collaterali, poiché con un alto grado di probabilità potrebbero rivelarsi un "manichino".

La terapia deve essere giornaliera senza trattamento.

Si noti che gli europei hanno meno probabilità di sperimentare crisi ipertensive, poiché usano regolarmente farmaci prescritti. Se una persona sta cercando di modificare il regime di trattamento da solo, allora questo può essere un modo diretto per accarezzare.

Solo una terapia giornaliera e continua è in grado di proteggere dalle crisi ipertensive. Il trattamento dell'ipertensione con metodi folli deve essere effettuato sotto la supervisione del medico curante. Se vi viene diagnosticata, qualsiasi trattamento e profilassi deve essere approvato da uno specialista che abbia studiato a fondo la vostra storia medica.

Solo un medico generico o un cardiologo può selezionare un trattamento efficace basato sulla diagnosi del corpo e sul controllo del livello di pressione.

Ulteriori Articoli Su Embolia