logo

Qual è la differenza tra anticoagulanti e agenti antipiastrinici?

Ci sono un certo numero di farmaci che sono progettati per assottigliare il sangue. Tutti questi farmaci possono essere suddivisi in due tipi: anticoagulanti e agenti antipiastrinici. Sono fondamentalmente diversi nel loro meccanismo d'azione. Per una persona senza educazione medica capire questa differenza è piuttosto difficile, ma l'articolo fornirà risposte semplificate alle domande più importanti.

Perché devo assottigliare il sangue?

La coagulazione del sangue è il risultato di una complessa sequenza di eventi noti come emostasi. È attraverso questa funzione che l'emorragia si ferma e le navi si riprendono rapidamente. Ciò è dovuto al fatto che piccoli frammenti di cellule del sangue (piastrine) si uniscono e "sigillano" la ferita. Il processo di coagulazione coinvolge ben 12 fattori di coagulazione che convertono il fibrinogeno in una rete di filamenti di fibrina. In una persona sana, l'emostasi si attiva solo quando c'è una ferita, ma a volte a causa di una malattia o di un trattamento improprio, si verifica una coagulazione del sangue incontrollata.

L'eccessiva coagulazione porta alla formazione di coaguli di sangue, che possono bloccare completamente i vasi sanguigni e arrestare il flusso sanguigno. Questa condizione è nota come trombosi. Se la malattia viene ignorata, parti del trombo possono staccarsi e muoversi attraverso i vasi sanguigni, il che può portare a condizioni così gravi:

  • attacco ischemico transitorio (mini-ictus);
  • attacco di cuore;
  • gangrena arteriosa periferica;
  • attacco cardiaco dei reni, milza, intestino.

La diluizione del sangue con i farmaci giusti aiuterà a prevenire il verificarsi di coaguli di sangue o distruggere quelli esistenti.

Cosa sono gli agenti antipiastrinici e come funzionano?

I farmaci antipiastrinici inibiscono la produzione di trombossano e sono prescritti per la prevenzione di ictus e infarto. I preparati di questo tipo inibiscono l'incollatura delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue.

L'aspirina è uno dei farmaci antiaggreganti più economici e comuni. Molti pazienti che si riprendono da un attacco di cuore sono prescritti aspirina al fine di fermare ulteriore formazione di coaguli di sangue nelle arterie coronarie. In consultazione con il medico, è possibile assumere quotidianamente basse dosi di farmaco per la prevenzione della trombosi e delle malattie cardiache.

Gli inibitori del recettore dell'adenosina difosfato (ADP) sono prescritti a pazienti che hanno avuto un ictus, così come quelli che hanno avuto una sostituzione della valvola cardiaca. Gli inibitori della glicoproteina vengono iniettati direttamente nel flusso sanguigno per prevenire la formazione di coaguli di sangue.

I farmaci antipiastrinici hanno i seguenti nomi commerciali:

Effetti collaterali degli agenti antipiastrinici

Come con tutti gli altri farmaci, i farmaci antipiastrinici possono causare effetti indesiderati. Se il paziente ha riscontrato uno dei seguenti effetti indesiderati, è necessario chiedere al medico di rivedere il farmaco prescritto.

Queste manifestazioni negative devono essere segnalate:

  • affaticamento severo (affaticamento costante);
  • bruciori di stomaco;
  • mal di testa;
  • mal di stomaco e nausea;
  • dolore addominale;
  • diarrea;
  • sangue dal naso.

Gli effetti collaterali, con l'aspetto di cui è necessario smettere di prendere il farmaco:

  • reazioni allergiche (accompagnate da gonfiore di viso, gola, lingua, labbra, mani, piedi o caviglie);
  • eruzione cutanea, prurito, orticaria;
  • vomito, specialmente se il vomito contiene coaguli di sangue;
  • feci scure o sanguinolente, sangue nelle urine;
  • difficoltà a respirare oa deglutire;
  • problemi di linguaggio;
  • febbre, brividi o mal di gola;
  • battito cardiaco accelerato (aritmia);
  • ingiallimento della pelle o del bianco degli occhi;
  • dolori articolari;
  • allucinazioni.

Caratteristiche dell'azione degli anticoagulanti

Gli anticoagulanti sono farmaci prescritti per il trattamento e la prevenzione della trombosi venosa, nonché la prevenzione delle complicanze della fibrillazione atriale.

L'anticoagulante più popolare è il warfarin, che è un derivato sintetico del materiale vegetale cumarina. L'uso del warfarin per l'anticoagulazione è iniziato nel 1954 e da allora questo farmaco ha svolto un ruolo importante nel ridurre la mortalità dei pazienti inclini alla trombosi. Il warfarin inibisce la vitamina K riducendo la sintesi epatica di fattori di coagulazione del sangue dipendenti dalla vitamina K. I farmaci del warfarin hanno un elevato legame proteico, il che significa che molti altri farmaci e integratori possono modificare la dose fisiologicamente attiva.

La dose viene scelta individualmente per ciascun paziente, dopo uno studio accurato del test del sangue. Cambiare in modo indipendente il dosaggio selezionato del farmaco non è fortemente raccomandato. Troppa dose significa che i coaguli di sangue non si formano abbastanza velocemente, il che significa che aumenterà il rischio di emorragie e graffi e lividi non cicatrizzanti. Un dosaggio troppo basso significa che i coaguli di sangue possono ancora svilupparsi e diffondersi in tutto il corpo. Il warfarin viene assunto di solito una volta al giorno, nello stesso momento (di solito prima di coricarsi). Il sovradosaggio può causare sanguinamento incontrollato. In questo caso vengono introdotti vitamina K e plasma fresco congelato.

Altri farmaci con proprietà anticoagulanti:

  • dabigatran (pradakas): inibisce la trombina (fattore IIa), impedendo la conversione del fibrinogeno in fibrina;
  • rivaroxaban (xarelto): inibisce il fattore Xa, impedendo la conversione della protrombina in trombina;
  • apixaban (elivix): inibisce anche il fattore Xa, ha debole proprietà anticoagulanti.

Rispetto al warfarin, questi farmaci relativamente nuovi hanno molti vantaggi:

  • prevenire il tromboembolismo;
  • meno rischio di sanguinamento;
  • minori interazioni con altri farmaci;
  • un'emivita più corta, il che significa che ci vorrà un minimo di tempo per raggiungere i livelli di picco dei principi attivi nel plasma.

Effetti collaterali degli anticoagulanti

Quando si assumono anticoagulanti, si verificano effetti collaterali diversi dalle complicazioni che possono verificarsi quando si assumono agenti antipiastrinici. L'effetto collaterale principale è che il paziente può soffrire di sanguinamento lungo e frequente. Ciò può causare i seguenti problemi:

  • sangue nelle urine;
  • feci nere;
  • lividi sulla pelle;
  • sanguinamento prolungato dal naso;
  • gengive sanguinanti;
  • vomito con sangue o emottisi;
  • mestruazioni prolungate nelle donne.

Ma per la maggior parte delle persone, i benefici dell'assunzione di anticoagulanti superano il rischio di sanguinamento.

Qual è la differenza tra anticoagulanti e agenti antipiastrinici?

Dopo aver studiato le proprietà di due tipi di farmaci, si può arrivare alla conclusione che entrambi sono progettati per fare lo stesso lavoro (assottigliare il sangue), ma usando metodi diversi. La differenza tra i meccanismi di azione è che gli anticoagulanti agiscono solitamente sulle proteine ​​nel sangue per impedire la conversione della protrombina in trombina (l'elemento chiave che forma i coaguli). Ma gli agenti antipiastrinici influenzano direttamente le piastrine (legando e bloccando i recettori sulla loro superficie).

Durante la coagulazione del sangue, vengono attivati ​​speciali mediatori rilasciati da tessuti danneggiati e le piastrine rispondono a questi segnali inviando speciali sostanze chimiche che attivano la coagulazione del sangue. I bloccanti antipiastrinici bloccano questi segnali.

Precauzioni durante l'assunzione di fluidificanti del sangue

Se prescritto per assumere anticoagulanti o agenti antipiastrinici (a volte possono essere prescritti nel complesso), è necessario eseguire periodicamente un test per la coagulazione del sangue. I risultati di questa semplice analisi aiuteranno il medico a determinare la dose esatta di farmaco che deve essere assunta ogni giorno. I pazienti che assumono anticoagulanti e agenti antipiastrinici dovrebbero informare i dentisti, i farmacisti e altri professionisti della medicina circa il dosaggio e il tempo del farmaco.

A causa del rischio di gravi emorragie, chiunque prenda anticoagulanti dovrebbe proteggersi dalle lesioni. Dovresti abbandonare gli sport e altre attività potenzialmente pericolose (turismo, andare in motocicletta, giochi attivi). Eventuali cadute, colpi o altre lesioni devono essere segnalati a un medico. Anche un lieve infortunio può portare a sanguinamento interno, che può verificarsi senza alcun sintomo evidente. Un'attenzione particolare dovrebbe essere prestata alla rasatura e alla lavatura dei denti con una filettatura speciale. Anche le semplici procedure quotidiane possono portare a sanguinamento prolungato.

Antiplatelet naturale e anticoagulanti

Alcuni alimenti, integratori alimentari ed erbe medicinali tendono a fluidificare il sangue. Naturalmente, non possono essere integrati con farmaci già presi. Ma in consultazione con il medico, è possibile utilizzare aglio, zenzero, ginkgo biloba, olio di pesce, vitamina E.

aglio

L'aglio è il rimedio naturale più popolare per la prevenzione e il trattamento di aterosclerosi, malattie cardiovascolari. L'aglio contiene allicina, che impedisce l'adesione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue. Oltre alla sua azione anti-piastrinica, l'aglio abbassa anche il colesterolo e la pressione sanguigna, che è anche importante per la salute del sistema cardiovascolare.

zenzero

Lo zenzero ha gli stessi effetti positivi dei farmaci antipiastrinici. È necessario utilizzare almeno 1 cucchiaino di zenzero ogni giorno per notare l'effetto. Lo zenzero può ridurre la viscosità piastrinica e abbassare i livelli di zucchero nel sangue.

Ginkgo biloba

Mangiare ginkgo biloba può aiutare a fluidificare il sangue, prevenire l'eccessiva viscosità delle piastrine. Il ginkgo biloba inibisce il fattore attivante piastrinico (una sostanza chimica speciale che provoca la coagulazione del sangue e la formazione di coaguli). Già nel 1990, è stato ufficialmente confermato che il ginkgo biloba riduce efficacemente l'eccessiva adesione piastrinica nel sangue.

curcuma

La curcuma può agire come un farmaco anti piastrinico e ridurre la tendenza a formare coaguli di sangue. Alcuni studi hanno dimostrato che la curcuma può essere efficace nel prevenire l'aterosclerosi. Uno studio medico ufficiale condotto nel 1985 ha confermato che il componente attivo della curcuma (curcumina) ha un pronunciato effetto anti-piastrinico. La curcumina ferma anche l'aggregazione piastrinica e diluisce anche il sangue.

Ma dal cibo e integratori alimentari che contengono grandi quantità di vitamina K (cavoletti di Bruxelles, broccoli, asparagi e altre verdure verdi) dovrebbero essere abbandonati. Possono ridurre drasticamente l'efficacia della terapia antipiastrinica e anticoagulante.

Qual è la differenza tra anticoagulanti e agenti antipiastrinici?

Contenuto dell'articolo

  • Qual è la differenza tra anticoagulanti e agenti antipiastrinici?
  • Qual è la differenza tra un'ostetrica e un ginecologo
  • "Tromboass": istruzioni per l'uso

Qual è la differenza tra anticoagulanti e antiaggregati? Si tratta di farmaci progettati per fluidificare il sangue, ma lo fanno in modi diversi. L'uso di tali farmaci aiuterà a prevenire la formazione di coaguli di sangue e, se esistono già, li distruggerà.

Cos'è l'antipiastrina

Gli agenti antipiastrinici sono farmaci che interferiscono con l'adesione delle piastrine e la loro aderenza alle pareti vascolari. Se ci sono danni alla pelle, ad esempio, le piastrine vengono inviate lì, formano un coagulo di sangue, l'emorragia si interrompe. Ma ci sono tali condizioni patologiche del corpo (aterosclerosi, tromboflebiti), quando i trombi iniziano a formarsi nei vasi. In tali casi, vengono utilizzati agenti antipiastrinici. Cioè, sono assegnati a persone che hanno una maggiore tendenza a formare coaguli di sangue.

I farmaci antipiastrinici agiscono delicatamente e vengono venduti in farmacia senza prescrizione medica. Ci sono farmaci a base di acido acetilsalicilico - per esempio, Aspirina, Cardiomagnile, ThromboAss e antiaggreganti naturali a base di ginkgo biloba. Questi ultimi includono "Bilobil", "Ginkoum", ecc. I farmaci in questo gruppo sono presi da molto tempo, indispensabili per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, ma hanno i loro effetti collaterali se il dosaggio non è corretto:

  • costante sensazione di stanchezza, debolezza;
  • bruciori di stomaco;
  • mal di testa;
  • dolore addominale, diarrea.

Cosa sono gli anticoagulanti?

Gli anticoagulanti sono farmaci che impediscono la formazione di un coagulo, aumentano di dimensioni e bloccano la nave. Agiscono sulle proteine ​​del sangue e prevengono la formazione di trombina - l'elemento più importante che forma i coaguli. Il farmaco più comune in questo gruppo è il Warfarin. Gli anticoagulanti hanno un effetto più forte rispetto agli agenti antipiastrinici, hanno molti effetti collaterali. La dose viene scelta individualmente per ciascun paziente dopo un accurato esame del sangue. Sono presi per la prevenzione di infarti ricorrenti, ictus, fibrillazione atriale per difetti cardiaci.

Un pericoloso effetto collaterale degli anticoagulanti è un sanguinamento frequente e prolungato, che può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • feci nere;
  • sangue nelle urine;
  • sanguinamento nasale;
  • nelle donne, sanguinamento uterino, prolungamento delle mestruazioni;
  • sanguinamento dalle gengive.

Quando si riceve questo gruppo di farmaci, controllare regolarmente la coagulazione del sangue e i livelli di emoglobina. Tali sintomi indicano una overdose del farmaco, con una dose opportunamente selezionata che non esistono. Le persone che assumono anticoagulanti dovrebbero evitare di praticare sport traumatici, perché qualsiasi lesione può portare a sanguinamento interno.

È importante sapere che i farmaci dei gruppi di anticoagulanti e antiaggreganti non possono essere presi insieme, miglioreranno l'interazione. Se compaiono sintomi di sovradosaggio, è necessario consultare immediatamente un medico per correggere il trattamento.

Anticoagulanti e agenti antipiastrinici

Anticoagulanti e agenti antipiastrinici

Gli anticoagulanti e gli agenti antipiastrinici sono un gruppo di sostanze che rallentano il processo di coagulazione del sangue o inibiscono l'aggregazione piastrinica, impedendo così ai vasi sanguigni di formare coaguli. Questi farmaci sono ampiamente utilizzati per la prevenzione secondaria (meno frequente - primaria) delle complicanze cardiovascolari.

fenindione

Azione farmacologica: anticoagulante indiretto; inibisce la sintesi della protrombina nel fegato, aumenta la permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni. L'effetto è notato dopo 8-10 ore dal momento della ricezione e raggiunge un massimo dopo 24 ore.

Indicazioni: prevenzione del tromboembolismo, tromboflebite, trombosi venosa profonda delle gambe, vasi coronarici.

Controindicazioni: ipersensibilità al farmaco, ridotta coagulazione del sangue, durante la gravidanza e l'allattamento.

Effetti collaterali: possibili mal di testa, disturbi digestivi, funzionalità renale, emopoiesi epatica e cerebrale, nonché reazioni allergiche sotto forma di eruzioni cutanee.

Metodo di applicazione: il 1 ° giorno di trattamento, la dose è 120-180 mg per 3-4 dosi, il 2 ° giorno - 90-150 mg, quindi il paziente viene trasferito a una dose di mantenimento di 30-60 mg al giorno. L'abolizione del farmaco viene effettuata gradualmente.

Forma del prodotto: compresse da 30 mg, 20 o 50 pezzi per confezione.

Istruzioni speciali: il farmaco deve essere sospeso 2 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e non viene usato durante questo periodo; con cautela quando insufficienza renale o epatica.

fraxiparine

Ingrediente attivo: nadroparin calcio.

Azione farmacologica: il farmaco ha un'azione anticoagulante e antitrombotica.

Indicazioni: prevenzione della coagulazione del sangue durante l'emodialisi, formazione di trombi durante interventi chirurgici. Utilizzato anche per il trattamento dell'angina instabile e del tromboembolismo.

Controindicazioni: ipersensibilità al farmaco, alto rischio di sanguinamento, danni agli organi interni con tendenza al sanguinamento.

Effetti collaterali: più spesso si forma un ematoma ipodermico nel sito di iniezione, grandi dosi del farmaco possono causare sanguinamento.

Come usare: iniettato per via sottocutanea nello stomaco a livello della vita. Le dosi sono determinate individualmente.

Forma del prodotto: soluzione iniettabile in siringhe monouso da 0,3, 0,4, 0,6 e 1 ml, 2 o 5 siringhe in un blister.

Istruzioni speciali: non è consigliabile l'uso durante la gravidanza, non può essere somministrato per via intramuscolare.

dipiridamolo

Azione farmacologica: in grado di espandere i vasi coronarici, aumenta la velocità del flusso sanguigno, ha un effetto protettivo sulle pareti dei vasi sanguigni, riduce la capacità delle piastrine di aderire.

Indicazioni: il farmaco viene prescritto per prevenire la formazione di coaguli di sangue arterioso e venoso, con infarto miocardico, alterata circolazione cerebrale dovuta a ischemia, disturbi del microcircolo, nonché per il trattamento e la prevenzione della coagulazione intravascolare disseminata nei bambini.

Controindicazioni: ipersensibilità al farmaco, fase acuta di infarto miocardico, insufficienza cardiaca cronica in fase di scompenso, marcata ipo- e ipertensione arteriosa, insufficienza epatica.

Effetti collaterali: può verificarsi un aumento o una diminuzione dell'impulso, con alte dosi - sindrome da furto coronarico, calo della pressione sanguigna, disturbi dello stomaco e dell'intestino, sensazione di debolezza, mal di testa, vertigini, artrite, mialgia.

Metodo di applicazione: al fine di prevenire la trombosi, per bocca, 75 mg 3-6 volte al giorno a stomaco vuoto o 1 ora prima dei pasti; la dose giornaliera è di 300-450 mg, se necessario, può essere aumentata a 600 mg. Per la prevenzione della sindrome tromboembolica il primo giorno - 50 mg insieme con acido acetilsalicilico, poi 100 mg; la frequenza di somministrazione è di 4 volte al giorno (annullata 7 giorni dopo l'intervento, purché la somministrazione dell'acido acetilsalicilico sia continuata alla dose di 325 mg / die) o 100 mg 4 volte al giorno per 2 giorni prima dell'operazione e 100 mg 1 ora dopo l'operazione ( se necessario, in combinazione con warfarin). Per insufficienza coronarica, per via orale, 25-50 mg 3 volte al giorno; nei casi più gravi, all'inizio del trattamento - 75 mg 3 volte al giorno, quindi ridurre la dose; la dose giornaliera è 150-200 mg.

Forma del prodotto: compresse rivestite, 25, 50 o 75 mg, 10, 20, 30, 40, 50, 100 o 120 pezzi per confezione; Soluzione iniettabile allo 0,5% in fiale da 2 ml, 5 o 10 pezzi per confezione.

Istruzioni speciali: per ridurre la gravità dei possibili disturbi gastrointestinali, il farmaco viene lavato con il latte.

Durante il trattamento, astenersi dal bere tè o caffè, poiché indeboliscono l'effetto del farmaco.

Plavix

Azione farmacologica: farmaco antipiastrinico, arresta l'adesione di piastrine e coaguli di sangue.

Indicazioni: prevenzione di infarti, ictus e trombosi delle arterie periferiche sullo sfondo dell'aterosclerosi.

Controindicazioni: ipersensibilità al farmaco, sanguinamento acuto, grave insufficienza epatica o renale, tubercolosi, tumori polmonari, il periodo di gravidanza e allattamento, l'imminente intervento chirurgico.

Effetti collaterali: sanguinamento dagli organi del tratto gastrointestinale, ictus emorragico, dolore all'addome, disturbi digestivi, eruzioni cutanee.

Metodo di applicazione: il farmaco viene assunto per via orale, il dosaggio è di 75 mg 1 volta al giorno.

Forma del prodotto: compresse da 75 mg in blister cellulari, 14 ciascuno.

Istruzioni speciali: il farmaco migliora l'azione dell'eparina e dei coagulanti indiretti. Non usare senza la prescrizione del medico!

Clexane

Ingrediente attivo: sodio enoxaparina.

Azione farmacologica: anticoagulante ad azione diretta.

È un farmaco antitrombotico che non influisce negativamente sul processo di aggregazione piastrinica.

Indicazioni: trattamento di vene profonde, angina instabile e infarto miocardico in fase acuta, nonché per la prevenzione del tromboembolismo, della trombosi venosa, ecc.

Controindicazioni: ipersensibilità al farmaco, alta probabilità di aborto spontaneo, sanguinamento incontrollato, ictus emorragico, grave ipertensione arteriosa.

Effetti collaterali: emorragie da piccoli punti, arrossamento e dolore al sito di iniezione, aumento del sanguinamento, reazioni cutanee allergiche sono meno comuni.

Metodo di applicazione: per via sottocutanea nella parte superiore o inferiore della parete addominale anteriore. Per la prevenzione della trombosi e del tromboembolismo, la dose è 20-40 mg una volta al giorno. Pazienti con disturbi tromboembolici complicati - 1 mg / kg di peso corporeo 2 volte al giorno. Il normale ciclo di trattamento è di 10 giorni.

Il trattamento dell'angina instabile e dell'infarto miocardico richiede un dosaggio di 1 mg / kg di peso corporeo ogni 12 ore con l'uso simultaneo di acido acetilsalicilico (100-325 mg una volta al giorno). La durata media del trattamento è di 2-8 giorni (fino a quando le condizioni cliniche del paziente non si stabilizzano).

Forma del prodotto: iniezione, contenente 20, 40, 60 o 80 mg della sostanza attiva, in siringhe monouso da 0,2, 0,4, 0,6 e 0,8 ml del farmaco.

Istruzioni speciali: non usare senza la prescrizione del medico!

eparina

Azione farmacologica: un anticoagulante diretto, un anticoagulante naturale, sospende la produzione di trombina nel corpo e riduce l'aggregazione piastrinica e migliora anche il flusso sanguigno coronarico.

Indicazioni: trattamento e prevenzione dell'occlusione vascolare da un coagulo di sangue, prevenzione di coaguli di sangue e coagulazione durante l'emodialisi.

Controindicazioni: aumento del sanguinamento, permeabilità dei vasi sanguigni, lenta coagulazione del sangue, gravi violazioni del fegato e dei reni, nonché cancrena, leucemia cronica e anemia aplastica.

Effetti collaterali: possibile sviluppo di sanguinamento e reazioni allergiche individuali.

Metodo di applicazione: il dosaggio del farmaco e i metodi della sua introduzione sono strettamente individuali. Nella fase acuta dell'infarto del miocardio, iniziare con l'introduzione di eparina in una vena alla dose di 15.000-20.000 UI e continuare (dopo il ricovero) per almeno 5-6 giorni per ricevere eparina intramuscolare di 40.000 UI al giorno (5.000-10.000 UI ogni 4 ore). Il farmaco deve essere somministrato sotto stretto controllo della coagulazione del sangue. Inoltre, il tempo di coagulazione del sangue dovrebbe essere superiore a 2-2,5 volte rispetto al normale.

Rilascio del modulo: fiale di iniezione per 5 ml; soluzione per iniezione in fiale da 1 ml (5000, 10.000 e 20.000 IU in 1 ml).

Istruzioni speciali: l'uso indipendente di eparina è inaccettabile, l'introduzione viene effettuata in un istituto medico.

Prevenzione dell'ictus Antiplatelet e anticoagulanti

Cari lettori, oggi parleremo ancora di salute e continueremo il tema della prevenzione dell'ictus. Questi articoli sul mio blog sono scritti dal dottor Evgeny Snegir, con il quale collaboriamo con successo da un bel po 'di tempo. Un medico di cui mi fido molto.

Ci sono già stati articoli su questo argomento da Evgeny: fattori di rischio per la prevenzione dell'ictus e dell'ictus. Invito tutti a visitare il sito di Eugene. Ci sono così tante informazioni utili lì, sia sulla salute che sui temi della psicologia positiva. Io stesso spesso visito Evgeny. E il nome del suo sito "Medicina per l'anima" parla da sé. Vai al sito qui.

Quindi, do la parola a Eugene.

Prevenzione dell'ictus Antiplatelet e anticoagulanti.

Nel precedente articolo abbiamo parlato di farmaci antipertensivi usati nel trattamento dell'ipertensione, la causa più comune di ictus. In questo intervento parleremo di un altro gruppo di farmaci usati nella prevenzione dei disturbi della circolazione cerebrale acuta - agenti antipiastrinici e anticoagulanti.

Lo scopo principale della loro applicazione è ridurre la viscosità del sangue, migliorare il flusso sanguigno attraverso i vasi, normalizzando così l'afflusso di sangue al cervello. Questi farmaci sono solitamente prescritti nel caso in cui in passato ci siano stati disturbi circolatori cerebrali transitori o attacchi ischemici transitori accompagnati da sintomi neurologici reversibili o il rischio che il loro verificarsi sia molto alto.

In questo caso, il medico prescrive un gruppo simile di farmaci per prevenire lo sviluppo di ictus. Spiegheremo chiaramente il meccanismo di azione di questi farmaci e la fattibilità di assumerli.

I farmaci antipiastrinici sono farmaci che riducono le proprietà aggregative del sangue.

Aspirina. Appuntamento e applicazione.

L'aspirina è acido acetilsalicilico. Nomi brevettati: tromboASS, aspilate, aspo, ecotrina, acuprina.

Inibisce l'aggregazione piastrinica, aumenta la capacità del sangue di dissolvere i filamenti di fibrina - il componente principale del trombo, quindi l'acido acetilsalicilico previene lo sviluppo di tromboembolia dei vasi intracerebrali e dei vasi del collo - una causa comune di ictus ischemico.

L'indicazione profilattica per l'uso dell'aspirina è la presenza di una violazione transitoria della circolazione cerebrale nel passato - cioè. una tale violazione in cui i sintomi neurologici si manifestavano non più di 24 ore. Tale stato è un formidabile precursore dell'ictus e richiede misure urgenti di assistenza. Le indicazioni e le modalità di nomina dell'aspirina in questa situazione sono le seguenti:

  • stenosi delle arterie brachiocefaliche fino al 20% del lume - una dose giornaliera di 75-100 mg in due dosi separate;
  • stenosi di oltre il 20% del lume - una dose giornaliera di 150 mg in tre dosi;
  • la presenza di diverse cause che predispongono allo sviluppo di ictus - dose giornaliera di 100 mg;
  • fibrillazione atriale, specialmente nelle persone di età superiore ai 60 anni che non possono assumere anticoagulanti - una dose giornaliera di 75-100 mg.

Con l'uso prolungato, sono possibili complicazioni - lo sviluppo di erosioni e ulcere del tratto gastrointestinale, trombocitopenia (diminuzione del numero di piastrine), aumento dei livelli di enzimi epatici. I fenomeni di intolleranza a questo farmaco sono possibili - una sensazione di mancanza di aria, eruzioni cutanee, nausea, vomito.

Con un marcato aumento dei lipidi nel sangue (iperlipidemia), il farmaco è inefficace.

Non prendere l'aspirina per le persone che stanno abusando sistematicamente di alcol. Il più favorevolmente combinato con la ricezione di carillon (dipiridamolo) o trental (pentossifillina), si osserva una riduzione più significativa della probabilità di ictus rispetto all'utilizzo di una sola aspirina.

Per evitare complicazioni, ogni dose di aspirina può essere assunta con una piccola quantità di latte o presa dopo la cagliata.

Aspirina. Controindicazioni.

L'acido acetilsalicilico è controindicato nell'ulcera peptica del tratto gastrointestinale, aumentata tendenza al sanguinamento, malattie croniche dei reni e del fegato, così come le donne durante le mestruazioni.

Attualmente, il mercato farmaceutico offre forme enteriche di aspirina - trombo-ASC, aspirina-cardio e loro analoghi, sostenendo che queste forme hanno una bassa capacità di formare ulcere ed erosioni del tratto gastrointestinale.

Tuttavia, va ricordato che la formazione di ulcere ed erosioni del tratto gastrointestinale è associata non solo all'effetto locale dell'aspirina sulla membrana mucosa, ma anche ai meccanismi sistemici della sua azione dopo che il farmaco è stato assorbito nel sangue, quindi le persone con ulcera peptica del tratto gastrointestinale prendono estremamente indesiderabile. In questo caso, è meglio sostituire l'aspirina con un farmaco di un altro gruppo.

Al fine di prevenire possibili effetti collaterali, la dose di aspirina prescritta a scopo profilattico dovrebbe essere nell'intervallo 0,5-1 mg / kg, vale a dire circa 50-100 mg.

Tiklopedin (tiklid)

È più attivo contro le piastrine rispetto all'aspirina. Inibisce l'aggregazione piastrinica, rallenta la formazione di fibrina, inibisce l'attività del collagene e dell'elastina, contribuendo a "attaccare" le piastrine alla parete vascolare.

L'attività profilattica della ticlopedina in relazione al rischio di ictus è del 25% superiore a quella dell'aspirina.

Il dosaggio standard è di 250 mg 1-2 volte al giorno durante i pasti.

Le indicazioni sono identiche all'appuntamento dell'aspirina.

Effetti collaterali: dolore addominale, stitichezza o diarrea, trombocitopenia, neutropenia (diminuzione del numero di neutrofili nel sangue), aumento dell'attività degli enzimi epatici.

Quando si assume questo farmaco, è necessario monitorare un esame del sangue clinico una volta ogni 10 giorni al fine di regolare la dose del medicinale.

Dato che il ticlido aumenta significativamente il sanguinamento, viene annullato una settimana prima dell'intervento chirurgico. È necessario informare il chirurgo o l'anestesista della sua ricezione.

Controindicazioni per l'assunzione del farmaco: diatesi emorragica, ulcera peptica del tratto gastrointestinale, malattie del sangue accompagnate da un aumento del tempo di sanguinamento, trombocitopenia, neutropenia, agranulocitosi in passato, malattie epatiche croniche.

Non puoi prendere l'aspirina e tiklid allo stesso tempo.

Plavix (clopidogrel)

Plavix durante l'assunzione è compatibile con farmaci antiipertensivi, agenti ipoglicemizzanti, antispastici. Prima della sua nomina e nel corso del trattamento, è necessario il controllo di un'analisi del sangue clinica: sono possibili trombocitopenia e neutropenia.

Il dosaggio standard profilattico è di 75 mg una volta al giorno.

Le controindicazioni sono simili a quelle del ticlide.

Controindicato con altri anticoagulanti.

Dipiridamolo (carillon)

Il meccanismo di azione è dovuto ai seguenti effetti:

  • riduce l'aggregazione piastrinica, migliora la microcircolazione e inibisce la formazione di coaguli di sangue;
  • abbassa la resistenza delle piccole arterie cerebrali e coronarie, aumenta la velocità volumetrica del flusso sanguigno coronarico e cerebrale, abbassa la pressione sanguigna e promuove l'apertura di collaterali vascolari non funzionanti.

La tecnica di assegnazione dei rintocchi è la seguente:

  • piccole dosi di carillon (25 mg 3 volte al giorno) sono indicate per i pazienti di età superiore a 65 anni con controindicazioni alla prescrizione di aspirina o la sua intolleranza;
  • Campane a dosi medie (75 mg 3 volte al giorno) sono utilizzate in pazienti di età superiore ai 65 anni con ipertensione arteriosa insufficientemente controllata, con aumento della viscosità del sangue e anche con pazienti trattati con ACE inibitori (capoten, enap, prestarium, ramipril, monopril, ecc..), a causa di una diminuzione della loro attività durante l'assunzione di aspirina;
  • Per i pazienti ad alto rischio di ictus ischemico ricorrente in presenza di una patologia vascolare combinata, accompagnata da un aumento della viscosità del sangue, se necessario, una rapida normalizzazione del flusso sanguigno è raccomandata una combinazione di 150 mg / giorno di aspirina e 50 mg / die di aspirina.

Trental (pentossifillina)

È usato principalmente per il trattamento dell'ictus sviluppato, per la prevenzione di disturbi circolatori cerebrali ricorrenti, così come nelle lesioni aterosclerotiche delle arterie periferiche.

Esistono prove di un effetto antipiastrinico del Ginkgo biloba. Il farmaco è simile in efficacia all'aspirina, ma a differenza di esso non provoca complicazioni ed effetti collaterali.

anticoagulanti

Al fine di prevenire attacchi ischemici transitori, sono prescritti gli anticoagulanti indiretti. Azione indiretta - poiché nel sangue non hanno alcun effetto sul processo di coagulazione del sangue, il loro effetto inibitorio è dovuto al fatto che impediscono la sintesi dei fattori di coagulazione del sangue (fattori II, VII, IX) nei microsomi epatici, riducono l'attività del fattore III e della trombina. Il warfarin è più comunemente usato per questo scopo.

Le eparine, a differenza degli anticoagulanti indiretti, mostrano la loro attività direttamente nel sangue, con finalità profilattiche sono prescritte per indicazioni particolari.

I. anticoagulanti indiretti

1. Al loro appuntamento la coagulabilità del sangue diminuisce, il flusso sanguigno a livello dei capillari migliora. Ciò è particolarmente importante in presenza di placche aterosclerotiche sull'intima di grandi vasi cerebrali o arterie brachiocefaliche. I filamenti di fibrina si depositano su queste placche e si forma un successivo coagulo che porta alla cessazione del flusso sanguigno attraverso la nave e al verificarsi di un ictus.

2. Un'altra importante indicazione per questi farmaci è il disturbo del ritmo cardiaco e la fibrillazione atriale più frequente. Il fatto è che con questa malattia, il cuore si restringe non ritmicamente, a causa del flusso sanguigno irregolare nell'atrio sinistro, si possono formare coaguli di sangue, che con un flusso sanguigno entrano quindi nei vasi cerebrali e causano un ictus.

Gli studi dimostrano che prescrivere il warfarin in questo caso impedisce lo sviluppo di un ictus tre volte più efficacemente rispetto all'assunzione di aspirina. Secondo l'Associazione europea dei neurologi, prescrivere warfarin a pazienti con fibrillazione atriale riduce l'incidenza di ictus ischemico del 75%.

Quando si prescrive il warfarin, è necessario monitorare periodicamente la coagulazione del sangue, eseguire l'emocoagulogramma. L'indicatore più importante è l'INR (atteggiamento normalizzato internazionale). È necessario che il livello di INR non sia inferiore a 2.0-3.0.

3. La presenza di valvole cardiache artificiali serve anche come indicazione per la ricezione di warfarin.

Il regime standard per la somministrazione di warfarin a scopo profilattico: 10 mg al giorno per 2 giorni, quindi la dose giornaliera viene aggiustata sotto il monitoraggio giornaliero dell'INR. Dopo la stabilizzazione dell'INR, è necessario monitorarlo prima ogni 2-3 giorni, quindi ogni 15-30 giorni.

II. Uso di eparina

In caso di frequenti attacchi ischemici transitori, viene utilizzata una tattica speciale: un breve corso (entro 4-5 giorni) di eparina prescrittiva: eparina non "frazionata" (normale) o basso peso molecolare - clexan (enoxiparina), framin (dalteparina), fraxiparina (nadroparina).

Questi farmaci sono prescritti sotto il controllo di un altro indicatore di laboratorio - APTT (tempo di tromboplastina parziale attivata), che non dovrebbe aumentare di oltre 1,5-2 volte nel corso del trattamento rispetto al livello iniziale.

1. Eparina non frazionata

La dose iniziale in / in bolo 5000 UI, quindi iniettata nella / pompa per infusione - 800-1000 UI / ora. Dopo aver completato l'infusione di eparina, viene somministrato warfarin.

Nominato una volta al giorno, 20 mg rigorosamente per via sottocutanea. L'ago viene inserito verticalmente a tutta lunghezza nella pelle, bloccato nella piega. La plica cutanea non deve essere raddrizzata prima della fine dell'iniezione. Dopo l'iniezione, il sito di iniezione non può essere sfregato. Dopo il completamento dell'iniezione, a clexano viene assegnato warfarin.

Nominato per via sottocutanea a 2500 IU 1 volta al giorno. Dopo il completamento dell'iniezione di fragmin, viene somministrato warfarin.

Nominato per via sottocutanea in 0,3 ml 1 volta al giorno. Dopo il completamento dell'iniezione di fraxiparina, viene somministrato warfarin.

Controindicazioni per anticoagulanti profilattici sono: ulcera gastrica e ulcera duodenale (anche senza esacerbazione), insufficienza renale o epatica, diatesi emorragica, cancro, gravidanza, disturbi mentali. Le donne devono ricordare che gli anticoagulanti devono essere cancellati 3 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e ripresi 3 giorni dopo la loro fine.

Se il medico ha prescritto anticoagulanti, quindi al fine di evitare complicazioni, è necessario monitorare periodicamente i parametri biochimici del sangue, emocoagulogram.

Se compaiono segni premonitori (aumento del sanguinamento, emorragie cutanee, comparsa di feci nere, vomito con sangue), una visita dal medico deve essere urgente.

Indicatori di laboratorio sicuri nella nomina della terapia anticoagulante:

  • con aritmie, diabete, dopo infarto miocardico, l'INR deve essere mantenuto nell'intervallo 2.0-3.0;
  • nei pazienti di età superiore a 60 anni al fine di evitare complicazioni emorragiche dell'INR, il processo terapeutico deve essere mantenuto nell'intervallo 1,5-2,5;
  • nei pazienti con valvole cardiache artificiali, trombo intracardiaco e coloro che hanno avuto episodi di tromboembolia, l'INR dovrebbe essere compreso nell'intervallo 3.0-4.0.

Nel prossimo articolo parleremo dei farmaci prescritti per l'aterosclerosi, discuteremo dell'efficacia delle statine e di altri agenti ipolipemizzanti nella prevenzione dell'ictus.

Questi sono i suggerimenti di Eugene.

Il mio profondo dono per oggi è Chris de Burgh - Lady in Red. Tale nostalgia Sicuramente hai ascoltato molto le canzoni di questo musicista. Uno degli ultimi romantici nel mondo dello spettacolo. Una delle mie canzoni preferite sarà eseguita da Chris de Burg.

Tutto il buonumore, la vita positiva, ascoltare buona musica, pensare che tutto sarà grande per te e per i tuoi cari, così sarà. L'universo ci dà sempre quello che chiediamo...

Fattori di rischio per il colpo Cari lettori, oggi sto iniziando una nuova serie di articoli sulla salute. I soggetti degli articoli riguarderanno l'ictus: da fattori di rischio, prevenzione, pronto soccorso, ecc. Lo è.

La radice di liquirizia per la tosse I componenti della liquirizia alleviano i crampi, hanno effetti espettoranti. contribuire alla rimozione di espettorato. A causa di questa tosse la radice di liquirizia è riconosciuta come il mezzo più efficace.

radice di dente di leone per la perdita di peso Ogni donna vuole essere la più bella e desiderabile. Viene spesso utilizzato per il dimagrimento della radice del dente di leone. Ma non meno utili sono le foglie e anche il succo di questa pianta. Il dente di leone è in grado di dare magrezza.

Recensioni olio di argan Le recensioni di olio di argan confermano ancora una volta l'unicità della sua composizione. Secondo la maggioranza assoluta delle donne, l'olio di argan rinforza i capelli e le unghie, purifica e ringiovanisce la pelle secca.

Fiore di farfara Una grande opzione per il recupero e il trattamento è un fiore di madre e matrigna. È usato dai tempi antichi per una varietà di malattie. La madre-e-matrigna è un mezzo straordinario per liberarsi dai disturbi.

Il tuo feedback

28 commenti

Alina
13 agosto 2017 alle 7:52

Benvenuto! Cosa prendere durante le mestruazioni invece dell'anticoagulante?

Irene
13 agosto 2017 alle 7:59

Alina, di solito prendono antispastici e antidolorifici. Puoi prendere noshpu con analgin, spazmalgon, nurofen. Meglio discutere con il tuo dottore.

Svetlana
05 apr 2013 alle 23:29

Irina, congratulazioni per la tua vittoria! Lascia che siano molti avanti! Grazie per gli articoli sulla salute! Ieri stavo solo cercando informazioni sull'aspirina. Scrivono e il mio medico mi ha consigliato di prenderlo la sera, l'effetto è migliore. Grazie, per il consiglio che consiglio ai latticini.

Dmitry
29 Mar 2013 alle 21:08

L'aspirina professionista conosceva e consigliava molti. Ma non sapeva come sostituire quelli che hanno un'ulcera. Ora lo so, grazie!

Natalia
24 marzo 2013 alle 9:44

La mia famiglia non è stata colpita da una tale malattia finora, e sono molto contento. L'articolo è molto professionale, quindi non sono entrato nei dettagli. Ma il significato è chiaro. Grazie E a tutti noi salute e lunga vita.

Olga
24 marzo 2013 alle 8:07

Irina, ti auguro una vittoria! Tutto dal cuore è il migliore e il più gentile, e merita sempre attenzione! Grazie ai consigli di Eugene 3a. Fin qui tutto bene, ma saprò dove correre con le informazioni 3a. 3a regalo di ringraziamento Chris De Burg - uno dei miei artisti preferiti!

Svetlana
24 marzo 2013 alle 12:41

Mia madre ha 73 anni, prende spesso l'aspirina, ma non sa che è necessario berla con il latte o dopo la ricotta. Grazie per l'articolo. Dam mamma da leggere.

Eugene
24 marzo 2013 alle 12:49

Ciao, Sveta!
Si consiglia di seguire questo consiglio per ridurre il rischio di ulcerazione del tratto gastrointestinale. Per essere estremamente accurato, va notato che l'assunzione di aspirina dopo latticini o prodotti caseari riduce leggermente l'efficacia del farmaco, ma con un lungo ciclo di trattamento avrà scarso effetto sul risultato del trattamento.
Buona salute!

San Valentino
23 marzo 2013 alle 21:44

Sì, i medici consigliano nella vecchia maniera - come sempre MEDICAZIONI! Sì, è impossibile fare a meno di loro, ma non è un segreto per nessuno che abbiamo la medicina sintomatica - come se per eliminare rapidamente i sintomi, ma questo non cura e non elimina la causa. Voglio condividere una case history e cosa ha aiutato quest'uomo a diventare sano. Un uomo di 55 anni è stato ricoverato in ospedale con un grave infarto. Poiché la moglie è un operatore sanitario, hanno fatto tutto il possibile e impossibile per sopravvivere. Il sanguinamento intestinale partiva da grandi quantità di droghe, doveva essere assottigliato sangue, ma dovrebbe essere il contrario, in generale, in qualche modo uscito, iniziato a rifiutare il fegato, è stato dimesso, con epatopatia grassa e aneurisma aortico e il secondo gruppo non funzionante di disabilità. Le medicine non possono bere, il fegato non può farcela. Sono stati offerti a bere cardiogel e formula BI PI (complessi naturali a base di erbe della società russa Artlife). Questo include sia ipotensivo e fluidificante del sangue e diuretico, e la pressione normalmente mantiene il muscolo cardiaco nutrito, in generale, tutto in un complesso. Aveva paura del reinfarto - stava bevendo Bipi Formula e cardiogel per un giorno (questo è come un'ambulanza) solo in casi di emergenza. Anche bevuto una lattina di litsetin. Cominciò a sentirsi bene, la sua salute cominciò gradualmente a tornare: il lavoro del fegato fu ripristinato, iniziò persino a guadagnare soldi extra (taxi privato). Un anno dopo, andai a fare un altro esame all'istituto Amosov a Kiev. Qual è stata la sorpresa dei medici quando non hanno trovato un aneurisma aortico all'esame, il che è praticamente impossibile senza un intervento chirurgico. I coaguli di sangue si sono risolti. Ecco una storia. Condivido, forse qualcuno sarà utile informazioni. Questi complessi possono essere acquistati ovunque nei centri di servizio speciali dell'azienda. Molti medici hanno già creduto nell'efficacia di questi complessi e li raccomandano ai loro pazienti. Ma è un peccato per alcuni "dottori" che seguono solo le istruzioni e trattano alla vecchia maniera. Informazioni sui biocomplessi possono essere visualizzati sul sito Web della società (questo http://artlifekiev.com.ua/ o qualsiasi altro). Se hai bisogno di informazioni più dettagliate, posso condividere [email protected]

Sergei
23 marzo 2013 alle 22:32

Ciao Valentine.
Anch'io non sono un sostenitore della medicina ufficiale. MA
1. Il medico è responsabile, compreso il criminale, delle conseguenze della nomina di un farmaco. Immagina di aver raccomandato al paziente di bere le droghe di cui stai parlando, e il risultato è stato triste. I parenti del paziente sono citati in giudizio e il medico è in carcere. E se tu fossi questo dottore?
2. Le droghe di cui parli sono integratori alimentari. Ma gli integratori alimentari non sono droghe e da un punto di vista legale, la persona che vende supplementi dietetici e promette il recupero è una frode. Questa attività è ora fiorente a Mosca. Basta non dire che ci sono "supplementi corretti" e "sbagliato". Posso mettere il gesso in un barattolo e venderlo come supplemento dietetico e sarà protetto legalmente. Ma se prometto che questo integratore alimentare guarirà da... - allora questa è una frode.
3. Perché pensi che il risultato su cui scrivi sia ottenuto proprio dall'uso di questi integratori alimentari?
4. Non voglio dire che tutti i bada sono cattivi e non aiutano. Io stesso prendo integratori alimentari. Ma gli integratori alimentari e la medicina sono cose diverse!
5. Spesso critichiamo la medicina, ma noi stessi non vogliamo fare nulla per la nostra salute. Qui ci sono cose semplici che il 99% delle persone non:
- rifiutare il tabacco
- rinuncia all'alcol
- Mangia solo il cibo che viene fornito all'uomo dalla natura
- versare acqua fredda e fare esercizi mattutini
L'elenco può essere continuato. La stragrande maggioranza delle persone non lo fa perché NON VOGLIONO essere sani! Ma lui prende la posizione: sono malato, lascia che la medicina mi tratti e io vedrò come ha successo. E se non funziona, allora è male.
Questi sono pensieri tristi.

San Valentino
23 marzo 2013 alle 22:56

Sergey, sono completamente d'accordo con te. Questo è mio parente e ne bevve solo questo, perché l'altro non era più possibile - non aveva scelta. Sebbene Bad, come hai detto, ci sono diversi, e questi hanno l'approvazione clinica e sono certificati a livello internazionale, hanno anche un certificato Halal, che non riceverai se i prodotti non sono di alta qualità. Eravamo interessati e studiati attentamente tutto. Ora li bevo da solo e do vitamine e minerali ai loro figli. A proposito, i bambini non sono stati malati di raffreddore già da 2 anni, ma tutto è molto semplice: hanno fatto misure preventive contro i parassiti 2 volte l'anno, a proposito, con il loro complesso naturale (assenzio, pyzhma, olio di chiodi di garofano, ecc.) E vitamine periodicamente, ho una figlia più giovane come il gel per sfaccettature vitamin-gel e le caramelle pantogem, anche i kissels sono diversi. Sono contento, perché prima di allora avevano sofferto di tutte le infezioni virali in me, che avrebbero recuperato a scuola o all'asilo. E i nostri dottori non raccomandano tutti a Bada, molti hanno paura, ma altri no, spiegano solo correttamente e la persona decide da sé come deve essere. E penso che ognuno dovrebbe avere il diritto di scegliere. E se il medico vuole davvero aiutare il paziente, POI DOVREBBE COSTANTEMENTE IMPARARE, studiare tutto ciò che è nuovo e non solo le medicine, e capire dove sono i Cattivi e dove sono i cattivi, lui e il dottore sono! A proposito, un immunologo, dottore in scienze pediatriche dall'Ucraina ha difeso la sua tesi sull'uso degli integratori alimentari della compagnia Artlife, 10 anni li hanno applicati nella sua pratica e hanno dimostrato la loro efficacia nei loro pazienti.

Sergei
23 marzo 2013 alle 23:16

Valentina, sei bravissima a promuovere i prodotti di Artlife. Scrivi che hanno l'approvazione clinica e sono certificati a livello internazionale. Sono completamente d'accordo con te, ma ti sei perso una frase alla fine della frase "as bady" (e non come medicina per il trattamento...).
Per quanto riguarda le ragioni per il recupero, ti ostini ostinatamente alla vista che puoi recuperare solo se bevi qualcosa. E così, come in quel momento ha bevuto... beh, ecc.
E sostengo che puoi recuperare non solo dalla ricezione di qualcosa. Ci sono molti fattori Un fattore molto forte sono i pensieri di una persona e l'umore per la salute e non per il trattamento. Forse nel tuo caso, ha anche lavorato, o qualcos'altro che non indovini.

Eugene
24 marzo 2013 alle 0:07

Caro Valentino! Il significato dei tuoi commenti non corrisponde all'essenza del mio articolo. Si prega di fare attenzione

Helena
23 marzo 2013 alle 21:01

Recentemente un parente lontano è morto per un ictus. I medici hanno avvertito che questo potrebbe accadere e le hanno prescritto le sue pillole per mantenere la sua salute, ma lei ha considerato tutte le pillole come cattive e non le ha prese. È un peccato, potrebbe ancora vivere, forse.

Eugene
24 marzo 2013 alle 12:19

Ciao, Lena!
Ti prego di accettare le mie sincere condoglianze per la morte della persona amata. La malattia è infatti più facile da prevenire che curare. Ecco perché i medici stanno cercando di trasmettere ai loro pazienti le informazioni necessarie sulla prevenzione delle malattie.

marina
23 marzo 2013 alle 17:37

Molte grazie, Irina. Un articolo molto necessario per me. L'altro giorno mi è stata diagnosticata una cardiopatia ischemica. Pertanto, questi suggerimenti sono molto attuali per me. Congratulazioni per il tuo terzo posto. Buona fortuna e successive gare. E la canzone di Chris è davvero meravigliosa. Ha scosso i ricordi nostalgici del passato. Grazie

Irene
24 marzo 2013 alle 7:53

Marina, felice di vederti sul blog. Grazie per tutte queste parole per me e desideri. Salute a te, la diagnosi fatta, ovviamente, difficile, ma dobbiamo sintonizzarci per il meglio. Salute a te!

marina
24 marzo 2013 alle 16:19

Grazie mille, Irina. Il mio umore è sempre positivo, nonostante tutto. Vivo secondo il principio: "La speranza muore per ultima".

Irene
24 marzo 2013 alle 16:29

Marina, è grandioso. Cos'altro possiamo fare? E qui un po 'di umorismo e un atteggiamento generale aiutano sempre, sempre... ci credo. Lascia che sia così.

Andrew
23 marzo 2013 alle 17:16

Un tale articolo informativo è risultato! Conoscevo ancora l'aspirina solo come un antipiretico, e si scopre che impedisce ancora lo sviluppo di coaguli di sangue.

Larisenok
23 marzo 2013 alle 12:25

E mi congratulo, in generale, la vittoria è solo una cosa superba e intelligente

Natabul
23 marzo 2013 alle 10:46

Irina, grazie per la tua preoccupazione positiva e per la salute. Veramente tutto ciò che chiediamo - tutto diventa realtà - prova delle tue vittorie! Congratulazioni e auguri!

Andrew
23 marzo 2013 alle 9:21

Congratulazioni per aver vinto la competizione.
Ottimo articolo Quindi tutto è descritto in dettaglio. Ora saprò di più sulla prevenzione dell'ictus. Ho scoperto un sacco di cose nuove per me stesso.

Irene
24 marzo 2013 alle 7:54

Andrei, piacere di vederti sul blog. Sono contento che i consigli di Eugene ti siano stati d'aiuto. Grazie per le congratulazioni.

Galina
23 marzo 2013 alle 12:44

Congratulazioni per il premio nel concorso, ti auguro nuove vittorie in futuro!

Irene
24 marzo 2013 alle 07:55

Galina, grazie... è così bello sentire così tante parole. Grazie per i desideri.

Svetlana
22 marzo 2013 alle 21:16

Irlandese, con una meritata vittoria, intelligente
Grazie mille a Evgeny per tutti i consigli dettagliati.

Irene
24 marzo 2013 alle 07:55

Ulteriori Articoli Su Embolia